BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Martedì, 17 Dicembre 2019 11:14

Taranto si candida a Capitale italiana della Cultura per il 2021

Scritto da 

Ad annunciarlo il sindaco Rinaldo Melucci dichiarando: riteniamo che i segnali positivi di rinascita che, al netto delle vicende della grande industria, già si percepiscono in città, vadano ulteriormente sospinti da eventi evocativi, capaci di rinobilitare l'immagine di Taranto e consolidare la sua attrattività

TARANTO - La città di Taranto si candida a Capitale italiana  della Cultura per il 2021. L’annuncio è stato dato dal sindaco Rinaldo Melucci, il quale ha dichiarato: "Diversificazione produttiva svolta green e urbanistica, risorsa mare e cultura, quest'ultima intesa nel senso più ampio e pragmatico del termine, questi sono i pilastri della nostra programmazione, questa la cura per Taranto che torna ad avere una visione chiara di futuro”. “Per questo - ha aggiunto il primo cittadino  - riteniamo che i segnali positivi di rinascita che, al netto delle vicende della grande industria, già si percepiscono in città, vadano ulteriormente sospinti da eventi evocativi, capaci di rinobilitare l'immagine di Taranto e consolidare la sua attrattività”. 

“Con questo spirito - ha annunciato il sindaco - abbiamo oggi manifestato il nostro formale interesse al Mibact verso il procedimento di selezione per il conferimento del titolo di ‘Capitale italiana della cultura’ per l'anno 2021. Abbiamo ormai le carte in regola per queste sfide, siamo sicuri che l'intera comunita' ionica ce la mettera' tutta per raggiungere il risultato finale”. “Da domani - ha concluso Melucci - tutti al lavoro con entusiasmo sul dossier da depositare nel prossimo mese di marzo”. 

Ultima modifica il Martedì, 17 Dicembre 2019 11:17


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio