BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Sabato, 07 Marzo 2020 11:47

A Palazzo Belloni di Bologna le donne sono protagoniste della mostra “Noi. Non erano solo canzonette”

Scritto da 

Un'intera sala, “Pensiero stupendo”, è dedicata a loro, al difficile percorso di affermazione che le ha portate a essere la vera anima degli anni raccontati in mostra. Domenica 8 marzo ingresso gratuito per tutte le donne

BOLOGNA - C’è chi l'amore lo fa per noia / chi se lo sceglie per professione / Bocca di rosa né l'uno né l'altro / lei lo faceva per passione. Questi versi di Fabrizio De André racchiudono lo spirito della nuova donna che affronta il dopoguerra rivendicando un nuovo ruolo: il proprio.

La donna del mondo contadino, cresciuta in un contesto chiuso e spesso segnato da una rigida morale, arriva in città e si misura con il mondo del lavoro e della scuola. E’ il momento della rottura con l’immagine tradizionale dell’angelo del focolare domestico e del tumultuoso ingresso nello spazio pubblico della cittadinanza e della politica da parte delle donne. La visibilità pubblica delle donne si accompagna ad un’accentuazione di tutti i valori legati alla "differenza" dagli uomini, a partire dalla valorizzazione del proprio corpo e della propria sessualità per allargarsi poi a tutti i temi dei diritti civili.

Il Resto del Carlino e Rekeep, con la mostra Noi. Non erano solo canzonette”, intendono celebrare tutte le donne e festeggiare con loro l'8 marzo, offrendo l'ingresso gratuito in mostra per scoprire e riscoprire insieme le tappe di questo affascinante percorso

La musica di uno specifico periodo storico va di pari passo con la letteratura, l’arte, l’architettura, la politica di quel tempo e una canzone, non meno di un libro o di un dipinto, riflette il momento in cui è stata immaginata, scritta e cantata. Comunicando di volta in volta l’urgenza della protesta, il languore dell’amore, la forza di un ideale, la canzone popolare trova la propria strada in tutte le epoche ed eventi della Storia. Dai grandi avvenimenti fino alla semplice routine quotidiana, la musica narra, descrive, preconizza e, infine, fissa nella memoria.

L'evento seguirà le indicazioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che prevedono un contingentamento degli accessi. Fin dalla sua apertura la mostra NOI ha messo in atto una serie di protocolli di sanificazione, a tutela della salute dei visitatori, che corrispondono agli standard attualmente richiesti.

Vademecum

Palazzo Belloni
Via de' Gombruti, 13/a,
40123 BOLOGNA BO
Orari
Lunedì-Martedì: visita riservata a gruppi e scuole
Mercoledì-Venerdì: 14-20
Sabato: 10-22
Domenica: 10-21

 

Ultima modifica il Sabato, 07 Marzo 2020 11:49


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio