160x142-banksySarzana.gif

Sabato, 02 Gennaio 2021 11:19

"Volterra Illumina", una grande azione collettiva con protagonista la luce. Immagini

Scritto da 

Lunedì 4 gennaio l’iniziativa segna una nuova tappa nel percorso di Volterra, finalista toscana a Capitale italiana della cultura 2022

Luisa Bocchietto Arnioni in piazza -  Fotografia di Guido Mencari Photography Luisa Bocchietto Arnioni in piazza - Fotografia di Guido Mencari Photography

VOLTERRA - Lunedì 4 gennaio il Sindaco Giacomo Santi accenderà un I Lumina, lume di alabastro divenuto simbolo della candidatura, e lo passerà virtualmente al Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, al Presidente del Consiglio Regionale Antonio Mazzeo e ai Sindaci dei 53 Comuni sostenitori per giungere in piazza dei Priori, il cuore di Volterra, dove si trova la grande installazione di alabastro luminoso Arnioni in piazza. Qui sarà raccolto nuovamente dal Sindaco e Presidente del Consiglio Regionale Antonio Mazzeo per raggiungere tutti componenti della comunità dell’alabastro e poi i cittadini e – simbolicamente – tutti coloro che appoggiano il progetto di Rigenerazione umana di Volterra 2022.

Si può partecipare all’appuntamento in due modi: dal vivo, recandosi alle 18 in piazza dei Priori a Volterra con il proprio I Lumina, nel rispetto delle normative sanitarie e seguendo le indicazioni di posizionamento fornite dagli organizzatori; oppure in streaming seguendo la diretta Facebook sulle pagine di Volterra 2022 Capitale della cultura, Comune di Volterra e InToscana e postando sui canali social le immagini del proprio lume acceso a sostegno della candidatura con l’hashtag #volterra22.

Al momento, in poco più di 20 giorni, sono stati venduti oltre 1.000 I Lumina, un dato record che segna il gradimento di questo progetto che abbina la sapienza dei Maestri artigiani alabastrai di Volterra al design contemporaneo di Luisa Bocchietto.

I LUMINA è acquistabile (anche lunedì 4 gennaio) al Consorzio Turistico Volterra Valdicecina, in Piazza dei Priori n. 19/20, tutti i giorni 9,30/13 e 14/18 (telefono 0588/87257; mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); prezzo 14 Euro, si effettuano spedizioni.

L’alabastro simbolo della candidatura a Capitale italiana della cultura 2022

Volterra 2022 vuole nuovamente mettere l'alabastro al centro della città, per un ritorno alla materia prima, con nuove forme di creatività che riaffermeranno la rilevanza dei progetti intorno alla pietra di luce in un percorso di conoscenza e partecipazione che coinvolge tutta la comunità verso Volterra 22.

Per questo nel dossier di candidatura si trova 22 designer per 22 artigiani, l’iniziativa curata dalla designer internazionale Luisa Bocchietto, già Presidente e ora Senator di WDO (World Design Organization), con il patrocinio e il contributo della Regione Toscana, da cui sono nati Arnioni in piazza e I Lumina.

Arnioni in piazza è la suggestiva installazione di pietre grezze d’alabastro collocata in Piazza dei Priori, nel cuore della città (fino ad aprile 2021). Gli arnioni, con le loro forme “pettinate” a una scala più grande possibile, illuminati al loro interno, mettono in evidenza la varietà dei colori e delle venature del materiale. L’opera valorizza la qualità dell’alabastro e la capacità delle imprese locali di lavorarlo per trarne prodotti eccellenti. Un materiale sempre diverso, che rende unica ogni opera.

Come unici, ognuno con le proprie trasparenze, sono i lumi portacandele in alabastro I Lumina, ideati sempre da Luisa Bocchietto e primi oggetti di design della collezione 2020/2021. Gli eleganti lumi portacandela dialogano con l’opera pubblica e ne rappresentano il suo aspetto privato, in una simbolica condivisione di valori e progetti tra città e partecipanti.

Nell’ambito della iniziative dedicate alla pietra volterrana si trova anche la nuova collana culturale del Comune di Volterra Volaterrae Arte e cultura, realizzata in collaborazione con Pacini Editore. Il primo volume, curato da Ilario Luperini con la collaborazione di Renato Casini e Marco Ricciardi e le foto di Dante Ghilli, è dedicato alla Torre Pendente in alabastro e s’intitola SOLIDE TRASPARENZE.

Il progetto complessivo, presentato nel dossier dal titolo Rigenerazione umana, mette al centro la rigenerazione delle persone e delle comunità, ponendosi come esempio di sperimentazione e punto di riferimento per la rinascita dell’Italia attraverso i centri di media dimensione e i loro territori.

Ultima modifica il Giovedì, 07 Gennaio 2021 15:51


300x250-banksySarzana.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio