WEB-160x142.gif

Mercoledì, 13 Luglio 2016 09:39

MAN di Nuoro."Women are beautiful" di Garry Winogrand

Scritto da 

La mostra a cura di Lola Garrido, presenta, per la prima volta in Italia, la collezione completa delle fotografie che, nel 1975, andarono a comporre l’omonimo e celebre volume, divenuto oggi un oggetto di culto

NUORO - Il Man, Museo della Provincia di Nuoro, a un anno dalla mostra di Vivian Maier, a partire dal 15 luglio apre al pubblico un nuovo progetto fotografico che vede protagonista Garry Winogrand, padre della street photography. La mostra, dal titolo “Women are Beautiful”, presenta per la prima volta in Italia, la collezione completa delle fotografie che, nel 1975, andarono a comporre l’omonimo e celebre volume, divenuto oggi un oggetto di culto. Immagini istantanee, spesso contraddittorie, proposte attraverso una serie di stampe originali, che celebrano la figura femminile con uno sguardo autentico, in cui si mescolano ammirazione e ironia, venerazione e sarcasmo.

Più volte accostato a Vivian Maier, Winogrand (1928-1984) ha operato essenzialmente nelle strade di New York a partire dai primi anni Sessanta. È stato infatti uno dei più importanti cronisti della società americana, oltre che uno dei più celebri fotografi internazionali degli anni Sessanta e Settanta.

Il suo lavoro, apparentemente casuale, spesso ironico, fu influenzato dalla fotografia sociale di Robert Frank e Walker Evans, che riuscì però a reinterpretare in una forma nuova e radicale. Un lavoro per molti aspetti controverso, quello di Winogrand, parallelo a quello dei poeti della Beat Generation, a cui non furono risparmiate pesanti critiche. Se infatti agli occhi di alcuni interpreti le fotografie apparirono come una gioiosa riflessione sull’emancipazione della donna e sulla sensualità, altri le avvertirono invece come l’espressione contorta di una visione maschilista e misogina. In realtà non si tratta invece di una riflessione superficiale sui nuovi concetti di bellezza, ma piuttosto di una descrizione delle conseguenze sociali della controcultura americana, oltre che di una dichiarazione di sostegno ai diritti e alla libertà delle donne in un momento in cui il conservatorismo puritano sembrava volere rimettere in discussione alcune delle più importanti conquiste del dopoguerra.

Vademecum

MAN Museum via S. Satta 27- 08100 Nuoro
tel. +39 0784 25 21 10
Orari: dalle 10.00 alle 13.00 | dalle 15.00 alle 19.00 chiuso il Lunedì
www.museoman.it

 

Ultima modifica il Mercoledì, 13 Luglio 2016 09:39


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio