WEB-160x142.gif

Venerdì, 29 Luglio 2016 13:21

Bergamo. Torna a Serina il polittico della Resurrezione di Palma il Vecchio

Scritto da 

Smembrato verso la metà del Settecento, il polittico oggi ricomposto, ritrova la sua collocazione originaria dopo un complesso e accurato lavoro di restauro delle due tavole dei Santi Filippo e Giacomo

BERGAMO - Sabato 30 luglio torna alla sua collocazione originaria, ovvero sull’altare della Resurrezione (terzo altare a sinistra) della Chiesa prepositurale di Serina, il Polittico della Resurrezione di Palma il Vecchio. È stato infatti completato il complesso lavoro di restauro sulle due tavole dei Santi Filippo e Giacomo, eseguito da  Eugenia De Beni, con la collaborazione di Leone Algisi, che riprenderanno quindi la loro posizione accanto a quella del Redentore. Si completa così l’opera di ricostituzione e ricollocamento dei due polittici palmeschi di Serina iniziata già nel 2015 con il Polittico della Presentazione della Vergine a sei scomparti.

Il polittico della Resurrezione fu realizzato da Palma il Vecchio fra il 1520 e il 1522 e venne smembrato verso la metà del Settecento, quando fu disposta la radicale trasformazione barocca della chiesa: il Cristo, che occupava la posizione centrale, fu rimaneggiato e collocato in una cornice settecentesca, mentre i due santi laterali furono posti – a inizio ‘900 – a completamento dell’altro polittico di Palma il Vecchio che, in un’impropria e nuova formulazione di otto tavole, fu collocato in sagrestia.

Dichiara Angelo Piazzoli, Segretario Generale della Fondazione Credito Bergamasco, che ha sostenuto l’intervento di restauro:  «Ricollocare il Polittico restaurato significa assolvere a un nostro dovere civile, che è quello di contribuire alla crescita della nostra società, del nostro territorio. Non realizziamo solo interventi nell’ambito della solidarietà, della cultura, della ricerca medico-scientifica; nel campo dell’arte vorremmo che i nostri interventi consentissero alle nuove generazioni di ammirare, come abbiamo potuto fare noi, questi capolavori assoluti della nostra arte. Il recupero delle pale che costituiscono i due polittici di Serina è stato un vero e proprio salvataggio che ha permesso di evitare la perdita di tali preziose opere».

Sempre sabato 30 luglio, la ricollocazione sarà preceduta – alle ore 16.30 – dalla inaugurazione della mostra didattica Nascita e conservazione di un capolavoro allestita presso la Chiesa della Santissima Trinità di Serina dalla Fondazione Creberg e dalla Parrocchia serinese.

Il Polittico ricostituito sarà visitabile fino all’8 gennaio 2017 nella Chiesa prepositurale di Serina.


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio