Stampa questa pagina
Lunedì, 13 Febbraio 2017 16:19

200 anni di Giovanni Duprè. Siena celebra lo scultore

Scritto da 

In occasione dei duecento anni dalla nascita dello scultore senese si apriranno il 4 marzo una serie di  iniziative per celebrarne l’opera e la memoria che proseguiranno per tutto l’anno

SIENA -  Il 2017 sarà l’anno di Giovanni Duprè. Siena e in particolare la Contrada Capitana dell’Onda, in cui lo scultore nacque, ha deciso di dedicare una serie di eventi alla sua memoria a partire dal 4 marzo. Giovanni Duprè nacque infatti a Siena il 1 marzo 1817, al numero 10 della via che oggi porta il suo nome e che venne dedicata all’artista quando questi era ancora in vita. Da giovanissimo si trasferì a Firenze dove frequentò l’Accademia di Belle Arti e dove iniziò la sua carriera di scultore. La sua carriera artistica, improntata allo stile naturalistico, conobbe grandi successi e grandi critiche. L’opera che gli dette la fama fu l’Abele morente, realizzata nel 1842 e oggi conservata nell’Ermitage di San Pietroburgo. Le sue sculture sono sparse in varie città d’Europa, da Roma a Torino a Firenze, fino all’antica capitale degli Zar. 

In occasione delle celebrazioni, il “MOnd” - nuovo museo della Contrada, resterà aperto per ammirare la gipsoteca dell’artista senese e le opere dei suoi discendenti, conservate nella Cripta della Chiesa di San Giuseppe, nel cuore del rione, a pochi passi da Piazza del Campo, nella via dedicata proprio al Duprè.

Un anno di eventi. Le celebrazioni si apriranno il 4 marzo con un pomeriggio di studi nella Cripta della Chiesa di San Giuseppe dedicato alla figura di Giovanni Duprè e al suo tempo. Interverranno al convegno Ettore Spalletti, massimo esperto dell’artista, che traccerà alcuni momenti chiave della biografia del Duprè; Carlo Sisi, che presenterà una relazione dal titolo “Il dibattito in Accademia. La cultura artistica del Duprè” e Silvestra Bietoletti, la quale traccerà una mappa delle opere senesi dello scultore ondaiolo. Il Duprè fiorentino e le sculture della facciata della Cattedrale di Santa Maria del Fiore saranno al centro dell’intervento di Bruno Santi, già soprintendente delle Belle arti a Siena, il priore della Contrada Massimo Castagnini e Simonetta Losi, presidente dell’associazione “Policarpo Bandini”, faranno gli onori di casa, accogliendo autorità e visitatori nei locali dell’Onda. 

La mostra e il concorso di scultura. Tra le altre iniziative in programma ci sono la mostra di Amalia Ciardi Duprè, realizzata in collaborazione con l’omonima Fondazione, che si svolgerà dal 23 giugno fino a novembre nei locali del Mond e il concorso di scultura che coinvolgerà gli studenti del Liceo Artistico “Duccio di Buoninsegna di Siena”.

Ultima modifica il Lunedì, 13 Febbraio 2017 16:25
Redazione

Ultimi da Redazione

Articoli correlati (da tag)