Stampa questa pagina
Lunedì, 29 Gennaio 2018 16:25

Fondazione Modena Arti Visive. Il programma espositivo 2018

Scritto da 

Presentato il palinsesto delle mostre dei tre istituti modenesi: Galleria Civica di Modena, Fondazione Fotografia Modena e Museo della Figurina governati dalla Fondazione dallo scorso 3 ottobre 2017

Adelita Husni-Bey  Working for a world free of povery, 2014  c-print mounted on leger  series of 5 photos  70  × 100 cm   Courtesy the artist and Laveronica arte contemporanea   Adelita Husni-Bey Working for a world free of povery, 2014 c-print mounted on leger series of 5 photos 70 × 100 cm Courtesy the artist and Laveronica arte contemporanea

MODENA — Ideato dalla direttrice Diana Baldon, il programma espositivo 2018 si distinguerà per la presenza di mostre dedicate ad artisti di generazioni distanti tra loro che si esprimono utilizzando molteplici mezzi espressivi.

Spiega Baldon: “Il 2018 vede una prima concreta manifestazione dell’integrazione delle singole istituzioni nel rispetto delle rispettive storie. Nel breve lasso di tempo intercorso dalla nascita di FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE, sono orgogliosa che, con tutto il fantastico staff, abbiamo avviato mostre di artisti importanti, la maggior parte dei quali non ha mai avuto un’ampia mostra personale in Italia, e collaborazioni con istituzioni e organizzazioni di prestigio come il Mudam Luxembourg, la Fondazione Ad Reinhardt di New York e il Festival Fotografia Europea 2018 di Reggio Emilia. Il primo artista che figura in programma, l’americano Ad Reinhardt, sarà sicuramente apprezzato anche dagli appassionati di fumetto, da sempre molto amato a Modena e in Emilia in generale. Sono inoltre felice delle molteplici mostre collettive che presenteranno un’attenta selezione di opere provenienti dai patrimoni collezionistici gestiti dalla Fondazione”.

Oltre alle esposizioni nel corso del 2018 verrà strutturato un dipartimento educativo unico per i tre istituti che si occuperà delle attività di carattere pedagogico indirizzate a bambini e adolescenti, così come a utenti adulti e varie comunità.

Il programma espositivo 

GALLERIA CIVICA DI MODENA:

Ad Reinhardt. Arte + Satira

Sedi: Palazzo Santa Margherita (sala grande), corso Canalgrande, 103

Palazzina dei Giardini, corso Canalgrande – Modena

A cura di Diana Baldon

Inaugurazione: venerdì 9 marzo 2018

Date della mostra: 10 marzo-20 maggio 2018

La mostra, dedicata al celebre artista americano Ad Reinhardt (New York, 1913-1967) e la sua prima in un’istituzione italiana, presenta un aspetto ancora poco conosciuto della sua attività artistica. Sarà esposta una selezione di oltre 250 vignette satiriche originali tra le migliaia che l’autore ha realizzato fin da giovanissimo per il quotidiano PM, il periodico marxista New Masses, e riviste come Glamour, Listen e Ice Cream Field.

A cosa serve l’utopia

Sede: Palazzo Santa Margherita (sale superiori), corso Canalgrande, 103 – Modena

A cura di Chiara Dall’Olio e Daniele De Luigi

Inaugurazione: venerdì 27 aprile 2018

Date della mostra: 28 aprile-22 luglio 2018

Una mostra collettiva che esplora, attraverso i lavori di Yael Bartana, Mladen Stilinovic e Franco Vaccari, tra gli altri, i patrimoni collezionistici gestiti da FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE, declinando il tema dell’edizione 2018 del festival di Reggio Emilia Fotografia Europea:  RIVOLUZIONI. Ribellioni, cambiamenti, utopie.

Adelita Husni-Bey

Sede: Palazzina dei Giardini, corso Canalgrande – Modena

A cura di Diana Baldon e Serena Goldoni

Inaugurazione: venerdì 8 giugno 2018

Date della mostra: 9 giugno-26 agosto 2018

Fin da giovanissima, Adelita Husni-Bey (Milano, 1985), s’interessa a temi politici e sociali complessi indagandoli attraverso studi di sociologia, teorie educative anarco-collettiviste e pratiche d’insegnamento sperimentali. Nonostante il suo coinvolgimento in manifestazioni importanti come il Padiglione Italia alla Biennale di Venezia nel 2017 e la mostra Being: New Photography 2018 al MoMA di New York, questa è la sua prima grande mostra in Italia e riunirà la ricca ed eterogenea produzione dell’artista degli ultimi dieci anni. 

Mostra collettiva del corso curatori Fondazione Fotografia Modena

Sede: Palazzo Santa Margherita (sale superiori), corso Canalgrande, 103 – Modena

Inaugurazione: venerdì 22 giugno 2018

Date della mostra: 23 giugno-22 luglio 2018

Novità introdotta da FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE è la mostra collettiva a cura degli studenti del corso curatori ICON di Fondazione Fotografia Modena, chiamati a realizzare una collettiva che offrirà al pubblico un percorso inedito tra le opere storiche e contemporanee delle collezioni gestite dalla fondazione. 

FONDAZIONE FOTOGRAFIA MODENA:

Sharon Lockhart

Sede: MATA ex Manifattura Tabacchi, via Manifattura Tabacchi, 83 – Modena

A cura di Adam Budak, curatore capo della National Gallery di Praga

Inaugurazione: venerdì 6 aprile 2018

Date della mostra: 7 aprile-3 giugno 2018

In linea con due dei suoi soggetti preferiti – il lavoro e le donne – Lockhart ha ideato un nuovo lavoro composto da opere fotografiche ispirate al contesto in cui la mostra sarà ospitata: l’ex Manifattura Tabacchi di Modena, esempio di architettura industriale rimasta attiva fino al 2002 e ora sede espositiva della Fondazione, è la prima fabbrica di Modena ad avere avuto una forza lavoro composta quasi esclusivamente da donne.

The Summer Show

MATA ex Manifattura Tabacchi, via Manifattura Tabacchi, 83 – Modena

Inaugurazione: venerdì 22 giugno 2018

Date della mostra: 23 giugno – 22 luglio 2018

Ancora una volta le giovani promesse della fotografia si danno appuntamento a Modena con la settima edizione di The Summer Show che presenta al pubblico i progetti artistici elaborati durante gli studi dagli allievi del Master sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia Modena.

MUSEO DELLA FIGURINA:

World Masterpiece Theater - Dalla letteratura occidentale all'animazione giapponese

Sede: Palazzo Santa Margherita, corso Canalgrande, 103 – Modena

A cura di Francesca Fontana

Inaugurazione: venerdì 2 marzo 2018

Date della mostra: 3 marzo-22 luglio 2018

L’esposizione rappresenta l’ultimo episodio della fortunata serie di mostre 80-90. Televisione, musica e sport in figurina: il World Masterpiece Theater è stato un ciclo di cartoni animati giapponesi prodotto dalla Nippon Animation tra il 1975 e il 1997, che prendevano le mosse dal romanzo occidentale per ragazzi, tra cui Marco, dagli Appennini alle Ande (tratto dal libro Cuore), Anna dai Capelli rossi, Tom Story (da Le avventure di Tom Sawyer), Una per tutte, tutte per una (da Piccole Donne).

 

Ultima modifica il Lunedì, 29 Gennaio 2018 16:42
Redazione

Ultimi da Redazione

Articoli correlati (da tag)