IMG_4882.JPG

Mercoledì, 11 Aprile 2018 13:08

Varese. A Villa Panza inaugura “The End of History” di Barry X Ball

Scritto da 

Dal 12 aprile al 9 dicembre 2018, i lavori del celebre artista californiano, conosciuto per le sue opere che travalicano i limiti fisici e concettuali della scultura, in dialogo con la Collezione e l'architettura della Villa

Barry X Ball, Ejaculate, 1989 Barry X Ball, Ejaculate, 1989

VARESE  – La storica dimora, celebre in tutto il mondo per la sua collezione di arte contemporanea, ospita la mostra “The End of History” di Barry X Ball, a cura di Anna Bernardini, direttore di Villa e Collezione Panza e Laura Mattioli, storica dell’arte, collezionista e fondatrice del Center for Italian Modern Art di New York. L'esposizione rappresenta una nuova tappa del consolidato percorso, iniziato nel 2012, che vede vicini JTI (Japan Tobacco International) e FAI – Fondo Ambiente Italiano per la valorizzazione di Villa e Collezione Panza a Varese. 

Il percorso espositivo della mostra è articolato all’interno della Villa e anche nel nuovo spazio delle Rimesse per le Carrozze. In mostra 55 opere dagli anni ‘80 a oggi, dalle prime opere a fondo oro, ai ritratti policromi realizzati con materie prime sofisticate a una selezione dei masterpieces dell’artista, tra cui Purity, Envy, Sleeping Hermaphrodite in marmo belga nero e il ritratto di Giovanni Paolo II, realizzato appositamente per la mostra. 

PierCarlo Alessiani, Presidente e Amministratore Delegato di JTI Italia ha dichiarato: “Siamo particolarmente lieti di poter definire JTI come sostenitore di lunga data del FAI per le sue iniziative in ambito artistico, culturale e sociale. Siamo certi che le collaborazioni di maggior successo sono quelle che condividono ideali, valori e visioni. Quello tra JTI e FAI, infatti, è stato un percorso di crescita reciproca, non solo a beneficio di Villa Panza e della sua collezione, che si è arricchita negli anni di straordinari capolavori artistici, ma anche, e soprattutto, a beneficio della società in cui viviamo”.  Dal 2016 JTI - ha continuato Alessiani - sostiene Bene FAI per tutti’, un’iniziativa di grande valore sociale nel quale crediamo molto e che è in continua espansione. L’augurio è quello di poter continuare a offrire, soprattutto a visitatori con disabilità intellettive ai quali si rivolge il progetto, percorsi di visita sempre più interessanti e su tutto il territorio nazionale.”

L’iniziativa ‘Bene FAI per tutti’, da fine 2017, coinvolge oltre a Villa Panza, anche Villa Necchi Campiglio a Milano, il Castello e Parco di Masino a Caravino (TO), Villa dei Vescovi a Luvigliano di Torreglia (PD) e Torre e Casa Campatelli a San Gimignano (SI). Sviluppata insieme a L’Abilità Onlus e alla Fondazione De Agostini, il progetto ha lo scopo di rendere i Beni FAI accessibili alle persone con disabilità intellettive.

Ultima modifica il Mercoledì, 11 Aprile 2018 14:59



IMG_4884.JPG

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio