160x142_canaletto_2.jpg

Venerdì, 20 Aprile 2018 16:48

A Todi una grande evento espositivo: “De Prospectiva Pingendi. Nuovi scenari della pittura italiana”. Foto

Scritto da 

La mostra, a cura di Massimo Mattioli, propone un percorso con circa 50 opere che si snoda in due dei luoghi più prestigiosi del Comune: la Sala delle Pietre di Palazzo del Popolo e il Palazzo del Vignola

Angelo Bellobono, Migrant, olio e acrilico su tela, 150x150, 2017 Angelo Bellobono, Migrant, olio e acrilico su tela, 150x150, 2017

PERUGIA - Prende idealmente spunto dall'opera di Piero della Francesca ispirata al De pictura di Leon Battista Alberti, la mostra DE PROSPECTIVA PINGENDI. Nuovi scenari della pittura italiana, che dal 22 aprile al 1° luglio 2018, sarà ospitata a Todi in due differenti e prestigiosi spazi: la Sala delle Pietre di Palazzo del Popolo, uno degli antichi palazzi medievali che affacciano sulla piazza principale della città e il Palazzo del Vignola, che deve il nome al sontuoso portale attribuito al Vignola (1507-73).

La mostra offre un’ampia panoramica sulle attuali tendenze della pittura italiana, attraverso le opere di quindici artisti italiani che dall’inizio del 2000 hanno proposto ricerche pittoriche personali, forti, identitarie, innovative, riuscendo ad affermarle in scenari di prestigio, quali biennali o mostre museali italiane e internazionali a fianco dei più giovani che fin dagli esordi si sono distinti per qualità, determinazione, originalità. Si tratta di Giuseppe Adamo, Antonio Bardino, Angelo Bellobono, Simone Berti, Thomas Braida, Danilo Buccella, Alessandro Cannistrà, Andrea Chiesi, Mario Consiglio, Laura Lambroni, Silvia Mei, Marco Neri, Gioacchino Pontrelli, Nicola Samorí, Nicola Verlato. 

Spiega il curatore: Negli ultimi decenni del secolo scorso la pittura in Italia riusciva ancora a catalizzarsi attorno a gruppi o movimenti che avevano un forte sostegno critico e di mercato, dalla Transavanguardia all’Anacronismo, alla Scuola di San Lorenzo. In anni più recenti la pratica pittorica non ha perduto presa sul panorama nazionale, ma si è affidata a protagonisti che intraprendevano percorsi individuali, raggiungendo esiti in molti casi altissimi, ma non adeguatamente riconosciuti dal sistema dell’arte contemporanea”. 

La mostra è accompagnata da un catalogo con un testo di Fabio De Chirico, un saggio del curatore e testi critici di Daniele Capra e Anita Pepe.

Vademecum

DE PROSPECTIVA PINGENDI. Nuovi scenari della pittura italiana
INAUGURAZIONE: domenica 22 aprile 2018, ore 11.00
APERTURA AL PUBBLICO: 22 aprile – 1° luglio 2018
SEDI:
Sala delle Pietre di Palazzo del Popolo – Piazza del Popolo, 1, Todi
Palazzo del Vignola – Via del Seminario, 9 – Todi
INGRESSO LIBERO
INFORMAZIONI: 075-8956228 | www.comune.todi.pg.it
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Facebook: De Prospectiva Pingendi
Instagram: deprospectivapingendi

Ultima modifica il Venerdì, 20 Aprile 2018 17:12


300x300_canaletto_2.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio