160x142-picasso.gif

Mercoledì, 18 Aprile 2018 16:11

Nuovo progetto di illuminazione per il Satiro Danzante di Mazara del Vallo

Scritto da 

Il capolavoro dell’arte greca, databile tra il IV e il II secolo a.C. e attribuibile alla scuola di Prassitele, ospitato nell’omonimo Museo trapanese, verrà ulteriormente valorizzato consentendo potenzialmente di apprezzarne la bellezza anche a un pubblico ipovedente

TRAPANI - Il Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana e iGuzzini illuminazione hanno annunciato il nuovo progetto illuminotecnico del Museo del Satiro Danzante, che ospita a Mazara del Vallo la celebre statua bronzea. Il progetto, a partire dal mese di giugno, permetterà, grazie a una tecnologia applicata, di variare la luce per migliorare la percezione della celebre opera da parte di persone ipovedenti, secondo le modalità e procedure scelte dal museo.

Con questo progetto continua la sinergia tra il Dipartimento e l’azienda di Recanati, avviata con l’intervento illuminotecnico presso il Teatro Antico di Taormina nel 2017 - realizzato dal Gruppo Metaenergia nell’ambito delle attività connesse all’Accordo Quadro per la fornitura di energia elettrica al Dipartimento Beni Culturali.

Anche in questa nuova occasione, iGuzzini illuminazione contribuisce concretamente alla valorizzazione dei beni culturali in Sicilia per consentire alla collettività di beneficiare delle meravigliose suggestioni del suo patrimonio artistico. 

Sebastiano Tusa, Assessore Regionale dei Beni Culturali dell’I.S. della Regione Sicilia ha commentato: “Il Satiro danzante di Mazara del Vallo rappresenta un capolavoro dell’arte greca nel passaggio dallo stile severo alla "liberazione" della figura umana dell’ellenismo iniziale. La sua unicità risiede nella genialità del movimento vorticoso che avvolge nel vento sia il corpo che la stupenda capigliatura. All’apice dell’estasi dionisiaca spicca un salto e dopo si addormenterà avvolgendosi nella pelle di pantera. Siamo certi che facesse parte di un carico di preziose opere d’arte forse trafugate da Alarico a Roma negli ultimi tragici giorni dell’impero.” 

“Il progetto di illuminazione della statua del Satiro danzante di Mazara del Vallo - ha dichiarato Roberto Sannasardo, Energy Manager del Dipartimento Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana - si inquadra in una più ampia strategia del Dipartimento che intende valorizzare il proprio patrimonio monumentale e artistico attraverso l’uso della luce quale strumento di esaltazione delle strutture e delle forme, come è già avvenuto con il relamping led della Valle dei Templi di Agrigento e per il Teatro Antico di Taormina e come avverrà a breve, oltre che per il Satiro danzante di Mazara del Vallo, con il Tempio “C” di Selinunte”.

“Siamo orgogliosi di continuare la collaborazione con il Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, dopo il prestigioso intervento presso il Teatro Antico di Taormina. - Ha infine sottolineato Adolfo Guzzini, Presidente di iGuzzini illuminazione -  Mettiamo al servizio della collettività la nostra competenza e tecnologia per valorizzare un altro protagonista del patrimonio artistico siciliano attraverso il sapiente utilizzo della luce. L’illuminazione, infatti, consente di aprire molteplici percorsi conoscitivi dove le opere d’arte acquisiscono un significato estetico totalmente nuovo”. 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 18 Aprile 2018 16:17



250x300Haring.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio