IMG_4882.JPG

Giovedì, 07 Giugno 2018 09:24

I cavalli di Gustavo Aceves arrivano ad Arezzo

Scritto da 

"Lapidarium: dalla parte dei vinti". Dal 16 giugno al 14 ottobre 2018 la mostra itinerante e in continua evoluzione, a cui l’artista lavora dal 2014, viene ospitata in cinque luoghi diversi del centro storico della città toscana 

AREZZO - Sono oltre 200 le sculture che raccontano gli antieroi di ieri, di oggi e di sempre. Si tratte delle imponenti statue che l'artista messicano Gustavo Aceves ha realizzato in pietra, bronzo, resina, legno e altri materiali, per ricreare idealmente le peregrinazioni della “Quadriga di San Marco”, opera che appena ventenne ebbe modo di ammirare nella sua Città del Messico, restandone folgorato. Erano gli anni ’70 e prima di essere musealizzati, quegli antichissimi cavalli bronzei provenienti da Costantinopoli, percorrevano un ultimo giro attorno al mondo, che avrebbe messo fine alla serie di migrazioni delle quali, sin dal XIII secolo, erano stati protagonisti.

Dal 2014 Aceves, uno dei massimi interpreti dell’arte contemporanea, lavora a questo progetto itinerante di grandissima attualità. Il viaggio dei cavalli dell’artista messicano, infatti, è quello dei popoli migranti, un lavoro dunque dedicato non ai vincitori ma ai vinti.

La mostra si sposa bene con la città di Arezzo, il cui simbolo araldico è un cavallo e che ai cavalli affida la celebrazione della sua festa più importante: la Giostra del Saracino. Inoltre alla “Quadriga di San Marco” si legano due episodi importanti: nel 1364, fu l’aretino Francesco Petrarca, ospite d’onore ai festeggiamenti per la sottomissione di Candia alla Repubblica di Venezia, a dare annuncio dell’avvenuto trasferimento del gruppo equestre alla corte dei dogi veneziani. Infine la quadriga ha un rimando immediato a Costantino, figura importante per il percorso umano e intellettuale di Aceves la cui storia trova ad Arezzo la propria consacrazione nel racconto affrescato da Piero della Francesca.

La mostra Lapidarium: dalla parte dei vinti, il cui comitato scientifico è composto da Francesco Buranelli, Anna Di Bene, Alessandro Ghinelli, Francesca Chieli, Roberto Barbetti, Andrea Sbardellati,  è organizzata dalla Fondazione Guido d’Arezzo in collaborazione con il Comune di Arezzo.

Vademecum

GUSTAVO ACEVES
LAPIDARIUM: DALLA PARTE DEI VINTI
Arezzo, 16 giugno-14 ottobre 2018
Sedi espositive
San Francesco
Sala Sant’Ignazio
Sagrato del Duomo
Piazza Vasari
Fortezza Medicea  
Orari:
dalle ore 10.00 alle ore 19.00.  Giorno di chiusura: lunedì
Info: 0575 356203
www.arezzoaceves.wordpress.com
Pagina Facebook: Arezzo Cultura
Ingresso: 3 euro. 
Accesso gratuito per i minori di 12 anni
I biglietti sono acquistabili presso le sedi espositive di Sant’Ignazio e Fortezza Medicea oppure presso l’Info Point di Piazza della Libertà, 1

 

Ultima modifica il Giovedì, 07 Giugno 2018 12:10



IMG_4884.JPG

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio