IMG_4882.JPG

Martedì, 04 Dicembre 2018 09:47

Ad Aosta ritrovati due sarcofagi in piombo di epoca romana

Scritto da 

Il rinvenimento, spiega una nota dell’assessorato all'Istruzione e alla Cultura della Regione Valle d'Aosta, fa parte di un più ampio contesto sepolcrale databile a partire dal I sec. d.C.

AOSTA  - Sono stati rinvenuti ad Aosta, nel corso di lavori di scavo archeologico per la realizzazione del collegamento sanitario interrato dell'Ospedale Umberto Parini, due sarcofagi in piombo perfettamente conservati, di epoca romana.

Come spiegato in una nota dell’assessorato all'Istruzione e alla Cultura della Regione Valle d'Aosta, che ha diffuso la notizia, i due sarcofagi farebbero parte di un più ampio contesto sepolcrale, databile a partire dal I sec. d.C., sorto lungo la strada che, in uscita a nord dalla città di Augusta Praetoria (antico nome di Aosta), si dirigeva verso il colle del Gran San Bernardo.

Sono 32 le sepolture a incinerazione di diversa tipologia che sono state rinvenute in un recinto funerario in muratura, a est della strada romana e a circa 4,5 m di profondità. 

Si legge nella nota: “La maggior parte era in semplice cassa di laterizi e con poco corredo. Spiccano, però, alcune tombe più monumentali, tra le quali due in cassa di piombo, una in cassa di lastre di bardiglio con ricco corredo vitreo e una struttura quadrata in lastre di travertino, oltre a tre grandi basamenti in muratura destinati verosimilmente a sostenere dei sarcofagi; il ritrovamento delle casse in piombo costituisce una novità assoluta nel panorama valdostano. Una situazione che non pregiudica l'avanzamento dei lavori nei tempi stabiliti: sono state sollevate le grandi lastre che le coprivano e si procederà immediatamente al loro scavo in situ o, se le condizioni meteo della stagione invernale imminente non lo consentono, al loro sollevamento e trasporto presso i magazzini della Soprintendenza”. 

Di fondamentale importanza si è rivelata la collaborazione con la Struttura Complessa di Radiologia, Diagnostica e Interventistica dell'Ospedale regionale, che ha già eseguito un'endoscopia di uno dei due sarcofagi, che presentava una leggera frattura sulla superficie. Il lavoro in sinergia con l’Ospedale, come sottolineato dall’Assessore all'Istruzione e Cultura, Paolo Sammaritani, si sta rivelando molto efficace anche perché consente di abbattere i tempi di indagine e organizzare le migliori strategie di intervento. 

Ultima modifica il Martedì, 04 Dicembre 2018 10:16



IMG_4884.JPG

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio