160x142 2.jpg

Venerdì, 15 Marzo 2019 13:40

Rovigo. Il fantastico mondo delle giostre a Palazzo Roverella

Scritto da 

Una mostra sfaccettata e divertente, ma che allo stesso tempo invita a una riflessione sulla vita, sul tempo che passa, sul mondo che gira, sul destino, attraverso il gioco più semplice e genuino dell'infanzia 

Lorenzo Ceva Valla, Stoccolma 2015 ©Lorenzo Ceva Valla Lorenzo Ceva Valla, Stoccolma 2015 ©Lorenzo Ceva Valla

ROVIGO - Dal 23 marzo al 30 giugno 2019, Palazzo Roverella di Rovigo propone la mostra  Giostre! Storie, immagini, giochi”, a cura di Roberta Valtorta.

L’esposizione, completamente dedicata alle giostre, il gioco più semplice e genuino dell’infanzia,invita tuttavia a una riflessione sulla sulla vita, sul tempo che passa, sul mondo che gira, sul destino.

In esposizione immagini di giostre grandi e piccole, così come sono state raffigurate soprattutto in fotografia, ma anche in pittura, grafica, nei numerosissimi giocattoli, nei modellini, fino ai carillon. Presenti in mostra anche “pezzi” di antiche giostre come organi e cavalli di legno.

Un’ampia sezione è dedicata alle opere di sessanta importanti fotografi dall’Ottocento a oggi, tra cui le immagini ottocentesche di Celestino Degoix e di Arnoux; quella della Parigi dell’inizio del Novecento di Eugène Atget e dei Frères Seeberger; le fotografie degli anni Quaranta-Sessanta di Henri Cartier Bresson, Mario Cattaneo, Cesare Colombo, Bruce Davidson, Robert Doisneau, Eliot Erwitt, Izis, Mario Giacomelli, Paolo Monti, Willy Ronis, Lamberto Vitali, David Seymour; per l’epoca contemporanea, le immagini di Bruno Barbey, Gabriele Basilico, Olivo Barbieri, John Batho, René Burri, Stefano Cerio, Raymond Depardon, Luigi Ghirri, Paolo Gioli, Guido Guidi, Jitka Hanzlovà, Guy Le Querrec, Raffaela Mariniello, Bernard Plossu, Pietro Privitera, Francesco Radino, Ferdinando Scianna.

La mostra è realizzata con il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo insieme al Comune di Rovigo e all’ Accademia dei Concordi. 

Il prof. Gilberto Muraro, Presidente della Fondazione, spiega: “Il Polesine è da sempre terra di giostre e giostrai. Qui, e in particolare nel territorio di Bergantino, vengono realizzate giostre destinate ai parchi di divertimento e agli spettacoli viaggianti di tutto il mondo. Ed è con il Museo della Giostra e dello Spettacolo Popolare di Bergantino che questa nostra mostra idealmente si coniuga. In una unione complementare: il Museo indaga il passato di una grande tradizione. La mostra legge il tema della giostra in chiave soprattutto sociale, affidandosi a grandi fotografi e a grandi artisti che l’hanno declinato nelle loro opere”.

Ultima modifica il Venerdì, 15 Marzo 2019 13:58


300x250 2.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio