WEB-160x142.gif

Giovedì, 13 Giugno 2019 17:05

Roma. Alla Casina di Raffaello Antoh Mansueto con “Distruzione Creativa”

Scritto da 

Dal 13 giugno al 15 settembre 2019,  in esposizione una selezione di opere dell’artista che indaga il mondo di oggi attraverso uno stile personalissimo ma con uno sgurado rivolto a correnti del  passato,  tra cui surrealismo ed espressionismo astratti, art brut, pop art, decostruttivismo

Mansueto per Casina di Raffaello Mansueto per Casina di Raffaello

ROMA  – “L’arte è maestra di vita, quindi di distruzione creativa. L’impressionismo, il cubismo, l’astrattismo e molti altri movimenti sono nati dalla volontà di infrangere i canoni artistici allora dominanti. Nell’arte, la distruzione è spesso l’altra faccia della creazione”. Bruno Munari (ed altri): “impara la regola, rompi la regola, crea una nuova regola.” 

In queste parole si potrebbe riassumere il senso della mostra “Distruzione Creativa” di  Antoh Mansueto, ospitata, dal 13 giugno al 15 settembre 2019,  alla Casina di Raffaello in Villa Borghese, lo Spazio Arte e Creatività dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale, gestita in collaborazione con Zètema Progetto Cultura.

Nato nel 1960 a Napoli, Antoh Mansueto impara a dipingere da bambino sotto la guida di artisti napoletani, mostrando inclinazioni giovanili surrealiste. Dopo gli studi in Fisica si trasferisce a Milano dove lavora come analista finanziario, studia ceramica, disegna il nudo all’Osservatorio Figurale, conosce e frequenta Bruno Munari, che considera per sé un vero mentore.

La mostra romana propone una selezione di tele, opere in alluminio sagomato, grafiche, video, sculture in legno riciclato e carta. L’artista esplora la vita attraverso uno stile che si declina in modo riconoscibile, evolvendosi da radici in diverse correnti passate, tra cui surrealismo ed espressionismo astratti, art brut, pop art, decostruttivismo, per indagare il mondo di oggi, i suoi equilibri dinamici e le sue fratture. Si tratta di opere caratterizzate da ironia, colori, vitalità, con una particolare attenzione sia alla pittura, sia alle tecniche nuove, sia ai frammenti di scarto della nostra società. Questi ultimi sono densi di carattere poetico, in quanto essi stessi sono rappresentazione di una parte del sentire umano: la fragilità del sogno. E così, al tema centrale della distruzione creativa, questa mostra associa il tema sempre importante del recupero degli scarti.

In occasione dell’inaugurazione e del finissage si terranno incontri con l’artista (13 giugno e 15 settembre), mentre durante il periodo espositivo si svolgeranno i laboratori didattici Fare e disfare scultura / Fare e disfare pittura rivolti a bambini e ragazzi dai 3 anni compiuti ai 14 anni. I laboratori comprendono sempre una breve visita per soli bambini alla mostra.

Incontri con l’artista

Giovedì 13 giugno ore 19.00 e domenica 15 settembre ore 16.00

Durata: circa 45 minuti

Max 25 partecipanti (non occorre prenotazione)

Accesso gratuito

Laboratori per bambini e ragazzi dai 3 anni compiuti ai 14 anni

Fare e disfare scultura (per bambini dai 3 anni compiuti in su)

Dopo una breve visita guidata alla mostra dedicata ad Antoh Mansueto, i bambini creeranno insieme delle torri di legno, per poi distruggerle. Con i pezzi delle torri, colorati e incollati, si creeranno delle nuove piccole sculture personali da appendere al muro.

Dal 14 al 30 giugno

Sabato alle 17.00

Dal 2 luglio all'11 agosto e dal 27 agosto al 15 settembre 

Martedì e giovedì alle 17.30; domenica alle 17.00 

Durata: 50 minuti

Max 15 partecipanti (prenotazione obbligatoria)

Costo: 7€ intero / 5€ ridotto

Fare e disfare pittura (per bambini dai 6 anni in su)

Dopo una breve visita guidata alla mostra dedicata ad Antoh Mansueto, in laboratorio i bambini sperimenteranno la distruzione libera con le forbici di disegni originali che l’artista metterà appositamente a disposizione, per ricomporre in nuovi collages le forme e dipingerle.

Dal 14 al 30 giugno

Domenica alle 17.00

Dal 2 luglio all'11 agosto e dal 27 agosto al 15 settembre

Mercoledì e venerdì alle 12.00

Domenica alle 17.00

Durata: 50 minuti

Vademecum

CASINA DI RAFFAELLO
Via della Casina di Raffaello (Piazza di Siena – Villa Borghese)

Orari apertura della Casina
Fino al 30 giugno
Dal martedì al venerdì: ore 10.00-18.00
Sabato, domenica e festivi: ore 10.00-19.00
Chiusa lunedì

Dal 2 luglio al 15 settembre
Dal martedì al venerdì: ore 10.00-19.00
Sabato, domenica e festivi: ore 10.00-19.00
Chiusa lunedì e dal 12 al 25 agosto


Attività didattiche per le scuole e per bambini accompagnati dalle famiglie
Biglietto mostra + laboratorio
Pubblico: € 7,00 intero; € 5,00 per tutte le convenzioni
Scuole (dal 14 al 30 giugno): € 5,00 a studente

Prenotazione obbligatoria: max 15 partecipanti a laboratorio
Durata: 50 minuti

Breve visita guidata alla mostra per il pubblico adulto
Martedì e giovedì alle 15.00 e alle 15.30
Sabato e domenica alle ore 17.30 e alle 18.00
Costo: € 3

Info e prenotazione
Tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00-19.00)

Aggiornamenti sul sito www.casinadiraffaello.it
e sulla pagina www.facebook.com/casinadiraffaello

 

Max 15 partecipanti (prenotazione obbligatoria)

 

Ultima modifica il Giovedì, 13 Giugno 2019 17:16


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio