160x142-banksy-palermo.gif

Mercoledì, 13 Gennaio 2021 12:09

Dall’incontro tra Fondazione di Sardegna e Triennale Milano nasce il progetto sperimentale ArtiJanus/ArtiJanas

Scritto da 

L’iniziativa ha lo scopo di creare un dialogo tra il mondo del design e quello dell’artigianato. Il tema di questa prima edizione 2020/2021 sarà “Tesori Viventi”

MILANO - ArtiJanus/ArtiJanas (AJU/AJA) è un progetto culturale sperimentale promosso e sostenuto dalla Fondazione di Sardegna, con la direzione scientifica e artistica Triennale Milano,  la direzione operativa di Innois s.r.l., la collaborazione della Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte e la direzione organizzativa e l’event management di Tools s.r.l. 

Nato con lo scopo di aggregare i diversi settori dell’artigianato attorno a un ampio programma di attività e pratiche, il progetto è orientato, da un lato, a fare emergere il ruolo culturale, oltre che economico, dell’artigianato, e dall’altro a stimolare il comparto a rieleggere le proprie produzioni, contaminarle, generare innovazione e nuove opportunità di sviluppo.

Il nome evoca Janus (Giano) il dio della porta, del passaggio,  e  le  Janas,  le  fate/streghe  della  tradizione arcaica della Sardegna. Insieme, parlano di Artigiani e  Artigiane,  protagonisti  del  progetto.  Un  nome  maschile e femminile, che  suona sardo ma si fa  capire con facilità, e canta  una  nenia dolce e antica riportata  alla contemporaneità dal marchio creato  da  Stefano  Asili:  un  regolo  di  elementare  e  funzionale  memoria che assembla consonanti e vocali in un insieme semplice ma strutturato e sequenziale di colori e forme che dichiarano  assertivamente  il proprio ruolo.

Il tema di questa prima edizione, co- curata da Alberto Cavalli e Roberta Morittu,  è “Tesori Viventi”.

Il programma dell’iniziativa prevede seminari e workshop per l’innovazione e i mercati, un programma residenze che si terrà a febbraio 2021 e  che  riguarda  in  maniera  specifica  la  sezione  artigianato  artistico/design contemporaneo, e infine eventi per promozione e il confronto  pubblico nel 2021 tra Sardegna, Lombardia e Veneto.

“Siamo molto felici di questa collaborazione con Fondazione di Sardegna sul tema della valorizzazione dell’alto artigianato in dialogo  con  il  mondo  del  progetto. - Afferma  Stefano Boeri, Presidente di Triennale Milano -  Per sua storia e missione, Triennale Milano si è sempre posta come il luogo deputato in cui arte, architettura, design, manifattura e alto artigianato possono entrare in un aperto e fecondo scambio e dialogo.  La valorizzazione delle arti  applicate, delle arti  decorative,  dei  mestieri d’arte  – nello  straordinario contesto  del territorio della Sardegna – è quindi un’operazione di grande importanza  per  favorire  l’incontro  tra  la visione artistica contemporanea  e l’intelligenza della mano. E conferire così il corretto status formale a questi  veri e propri ‘tesori viventi’, che costituiscono uno straordinario patrimonio culturale e una autentica forma di sostenibilità produttiva”.

“Sono felice di poter dare il mio contributo a questo progetto – dichiara Alberto Cavalli – È una iniziativa che si prefigge di essere una  suggestiva,  delicata  indagine  nel mondo dei mestieri d’arte sardi di tradizione, per potenziare la visibilità e il valore dei tesori viventi della Sardegna.”

“Onorata di poter partecipare allo sviluppo di questo importante progetto per la mia terra – dice Roberta Morittu – Sarà stimolante poter guidare e  supportare  designer  e  aziende in questo cammino di studio e valorizzazione delle nostre eccellenze artigiane.”

I designer selezionati per il programma residenze dell’edizione pilota sono:  Daniele  Bortotto (Zanellato/Bortotto) – www.zanellatobortotto.com – per il progetto sulla ceramica e Serena Confalonieri – www.serenaconfalonieri.com – per  il progetto  sul tessile.

Ultima modifica il Mercoledì, 13 Gennaio 2021 12:19


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio