Stampa questa pagina
Venerdì, 07 Aprile 2017 12:33

Il Design Pride 2017 ha invaso la città di Milano coinvolgendo 3000 persone. Foto

Scritto da 

La Mini d’epoca con il L.O.V.E. di Maurizio Cattelan, icona della manifestazione, ha aperto il corteo della festa più popolare della Milano Design Week 

DESIGN PRIDE 2017 ph Meschina DESIGN PRIDE 2017 ph Meschina

MILANO - Mercoledì 5 aprile, oltre 3.000 persone hanno invaso le strade della città unendosi al corteo del DESIGN PRIDE, la street parade dedicata al design promossa dal brand Seletti, dall’associazione non-profit Wunderkammer e da YOOX, lo store online di lifestyle leader nel mondo per moda, design e arte.

La colorata sfilata di carri, striscioni, musica, performance, è partita da Piazza Castello (angolo via Minghetti), ha attraversato il distretto delle 5VIE fino ad arrivare in Piazza Affari per un grande party finale. Ad aprire il corteo la Mini d’epoca con il L.O.V.E. di Maurizio Cattelan, divenuta icona del DESIGN PRIDE, ha aperto il corteo seguita da YOOX, che ha invitato tutti i suoi dipendenti di Milano a sfilare e a far festa, e dagli studenti provenienti da varie Università e Scuole di design di tutto il mondo che hanno portato i loro progetti “in spalla”: i giovani designer infatti hanno indossato delle “capsule”, metaforici scrigni delle loro idee. 

L’esercito di studenti è stato seguito da Gufram, che ha invaso le vie della città con il suo spirito pop e dissacrante; Havaianas, che ha sfilato con un carro ludico e colorato; Radio Deejay che con il deejay set di Shorty ha fatto ballare il pubblico durante tutto il percorso e in Piazza Affari, invitando i passanti ad unirsi a questa grande festa pubblica. E ancora Treatwell che ha portato un messaggio di bellezza, e Wallpaper*, la cui flotta di biciclette ha portato nel corteo l’iconografia del magazine e lo slogan ‘Fewer Walls, More Wallpaper*’.

Anche quest’anno sono stati numerosi i designer a sfilare con progetti rappresentativi della loro creatività. Il gruppo, guidato da Studio Job, presente con la sua Banana Car, ha visto la partecipazione, tra gli altri, di: Antonio Aricò, BBMDS, Cristina Celestino, CTRLZAK, H!FIVE, Ilaria Innocenti, Marcantonio Raimondi Malerba, Giò Tirotto, Alessandro Zambelli, Zaven.

La street parade, oltre ad essere stata un momento di festa aperto a tutti, ha inaugurato la novità di questa edizione, trasformandosi in un progetto più ampio per sostenere la creatività, guardando al dialogo tra designer, studenti, università e imprese.

E’ stata infatti creata la pagina web designpride.org. Qui i giovani designer di tutto il mondo sono invitati a presentare un progetto, che valorizzi la tradizione artigianale del proprio paese di origine; grazie all’impegno di YOOX, che sostiene sin dagli esordi i giovani talenti, fra i progetti che rispecchieranno tutte le caratteristiche del bando, i migliori avranno l’opportunità di entrare direttamente nel mercato – con una distribuzione in tutto il mondo – attraverso uno dei più importanti canali di vendita online.

Il DESIGN PRIDE diventa così una piattaforma capace di sviluppare un circolo virtuoso che mostra il lato buono della globalizzazione, offrendo una reale occasione ai giovani designer e un sostegno concreto al talento e agli artigiani locali.

Il DESIGN PRIDE è patrocinato da La Triennale di Milano, ADI - Associazione per il disegno industriale, Fondazione Achille Castiglioni.

FOLLOW THE DESIGN PRIDE

Instagram @designpride

Facebook @ Design Pride

#DesignPride2017

designpride.org

Ultima modifica il Venerdì, 07 Aprile 2017 12:43
Redazione

Ultimi da Redazione

Articoli correlati (da tag)