WEB-160x142.gif

Flash News

FIRENZE  - In occasione della Giornata internazionale delle donne il sindaco di Firenze Dario Nardella scrive su Facebook: ”Quest'anno abbiamo pensato di festeggiare in modo diverso l'8 marzo: leghiamo per sempre sette spazi storici di Firenze a sette grandi donne fiorentine, di scienza, arte e cultura. In giunta questa mattina abbiamo deliberato che le sale del centro culturale dell'ex carcere delle Murate saranno intitolate a Ernestina Paper, Margherita Hack, Wanda Pasquini, Elisabeth Chaplin, Gaetana (Ketty) La Rocca, Laura Orvieto e Anna Banti. Buona Festa della Donna a tutte".

PALERMO -  Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha conferito un pubblico encomio, come "tessera preziosa del mosaico Palermo" a Maria Lucia Ferruzza e Serena Raffiotta, le due archeologhe che hanno permesso di  identificare in un reperto esposto al Paul Getty Museum la "Testa di Ade", trafugata alla fine degli anni settanta dall'area archeologica di Morgantina.

"La città di Palermo - ha detto Orlando - esprime apprezzamento a due archeologhe che hanno permesso questa importante identificazione, fatta anche attraverso la collaborazione della magistratura e dell'Arma dei carabinieri. Per questo, mi è sembrato doveroso  esprimere gratitudine nei confronti di chi coniuga la legalità con l'amore per l'arte".

ROMA  - Il Rapporto 2015 'Dissesto idrogeologico in Italia' a cura dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), presentato alla Presidenza del Consiglio, dichiara che i beni culturali architettonici, monumentali e archeologici che sono potenzialmente soggetti a fenomeni franosi sono in Italia 34.651, ossia il 18,1% del patrimonio culturale totale.  Il documento precisa che oltre 10 mila di questi beni a rischio, rientrano in aree a pericolosità elevata e molto elevata. Nello scenario di pericolosità media delle alluvioni ricadono circa 29 mila monumenti, mentre sono oltre 40 mila i beni culturali a rischio nello scenario relativo a eventi estremi P1 (meno probabili, ma  piu' intensi). Le regioni con il numero piu' alto di beni a rischio nello scenario medio sono Emilia Romagna, Veneto, Liguria e Toscana. Tra i comuni, spiccano le città d'arte di Venezia, Firenze, Ravenna, Pisa e Ferrara.

NAPOLI - Il maltempo di ieri e le forti raffiche di vento hanno causato la caduta di due alberi all'interno del sito  archeologico di Pompei, alle spalle dei teatri e nel Tempio di Venere. A riferirlo in una nota è la Soprintendenza di Pompei, che spiega  "si tratta in entrambi i casi di aree già chiuse al pubblico e interessate da interventi del Grande Progetto Pompei". "L'albero nell'area del Tempio di Venere cadendo si è adagiato sulla parte superiore di Porta Marina - spiega la Soprintendenza - pertanto  a partire dalle ore 13,00 la salita di ingresso sarà chiusa al  pubblico per consentire le operazioni di rimozione dello stesso.  L'accesso per i visitatori potrà avvenire da Piazza Esedra e Piazza  Anfiteatro fino al termine dell'intervento. Il sito è regolarmente  aperto al pubblico. La Soprintendenza sta continuando il monitoraggio di tutta l'area archeologica per attivare le necessarie misure di  messa in sicurezza e verificare eventuali danni alle strutture archeologiche", conclude la nota.

UDINE  - Sono stati sequestrati dai carabinieri di Udine e dai militari del nucleo tutela del patrimonio culturale di Venezia, oltre 200 reperti tra cui fibule, monili e monete di età, romana databile fra il I ed il V secolo d.C., oltre ad altri oggetti di età preistorica. Sono due le persone denunciate in stato di libertà per i reati di ricerca non autorizzata e detenzione di oggetti di interesse storico. Il rinvenimento è  avvenuto dopo una perquisizione domiciliare disposta dalla procura di Udine finalizzata al contrasto del traffico di reperti archeologici.

FERRARA - Cifre record per la mostra De Chirico a Ferrara. Centomila visitatori in tre mesi. La mostra chiuderà il 28 febbraio, ma la Fondazione Ferrara Arte ha programmato altre quattro aperture serali straordinarie.

La prima è prevista per domenica prossima, quando sarà possibile visitare l'esposizione fino alle 22,30 (chiusura biglietteria ore 22). Le altre tre date saranno in occasione dell'ultimo weekend di apertura: venerdì 26 e sabato 27 la mostra rimarrà aperta fino alle  22,30 (chiusura della biglietteria ore 22.00) mentre domenica 28  febbraio sarà possibile entrare nel Palazzo dei Diamanti ad oltranza  fino alle 24 (chiusura delle biglietteria alle 23,30).

TORINO - La mostra dedicata a Monet, alla Gam di Torino ha chiuso il 14 febbraio con file lunghissime di persone che pazientavano per ammirare i capolavori del pittore francese, considerato il padre dell'impressionismo. Fin dalla mattinata i visitatori hanno formato un serpentone dall'ingresso in via Magenta lungo corso Galileo Ferraris e corso Vittorio Emanuele. La mostra ha chiuso superando la quota 310mila. 

A proposito di questo grandioso successo il sindaco di Torino Piero Fassino, intervenendo alla presentazione dei Workshop dello Iaad (l'istituto del design) dedicato alla trasformazione urbana, ha dichiarato con soddisfazione: “Il successo della mostra di Monet non è un episodio casuale, ma l'ultima manifestazione di un investimento fortissimo che la città ha fatto nella cultura". La rassegna dei 40 capolavori prestati dal Musée d'Orsay, aperta il 2 ottobre,  è risultata la più frequentata d'Italia.

PISA - La mostra 'Toulouse-Lautrec. Luci e ombre di Montmartre a Palazzo Blu di Pisa ha avuto un’affluenza record negli ultimi giorni, al punto che i promotori, per oggi e domani, ultime due giornate di visite al museo, hanno deciso di prolungare l'orario di apertura. 

La mostra sarà quindi visitabile dalle 9 alle 20 con ultimo accesso previsto alle 19. Ad oggi l’esposizione ha già totalizzato più di 85 mila visitatori e si colloca al secondo posto tra quelle organizzate dalla Fondazione Palazzo Blu alle spalle della personale su Modigliani che l'anno scorsa totalizzò oltre 110 mila presenze. Per il prossimo autunno è prevista una esposizione, sempre dedicata agli artisti più celebri del Novecento, che presenterà una selezione di opere di
Salvador Dalì.


WEB-250x300.gif

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio