160x142-picasso.gif

Lunedì, 05 Dicembre 2016 16:24

Roma. Alessandro Risuleo tra gli artisti della mostra Bodyspaces/Humans+Hybrids

Scritto da 

Scopo dell’esposizione è indagare sul tema della percezione del corpo, visto come primo passo per l'appropriazione dell'identità. Alessandro Risuleo da anni racconta l'espressività del corpo nudo, con sguardo elegante e originale

Alessandro Risuleo, Ban Alessandro Risuleo, Ban

ROMA - Martedì 6 dicembre inaugura presso le sedi del WorldHotel Ripa Roma e della prestigiosa Sala da Feltre - Open Art la mostra dal titolo BODYSPACES | HUMANS+HYBRIDS, all’interno della quale esporrà Alessandro Risuleo, fotografo e visual artist tra i più apprezzati nell’ambito della fotografia di nudo e Fine Art.
Tema della mostra, organizzata da It's LIQUID Group, in collaborazione con World Hotel Ripa Rome & Sala da Feltre - Open ART, è la percezione del corpo, visto come primo passo per l'appropriazione della propria identità.

In tale contesto non poteva, dunque, mancare l’apporto di Alessandro Risuleo che ormai da anni racconta l'espressività del corpo nudo, con sguardo elegante e originale.

L’artista sarà presente con tre differenti opere: la prima – presentata in tale sede in anteprima assoluta – fa parte dell’ultimo lavoro di Risuleo, Live Canvas, in cui i corpi tatuati dei protagonisti di ogni opera si incontrano e si scontrano dando vita a delle vere e proprie “tele vive” come suggerisce lo stesso titolo. La seconda – Hug – fa parte del recente “Body’s Contamination” (presentato all’ultima edizione del MIA Photo Fair di Milano), in cui l’autore ha scelto di raccontare la figura umana con una visione originale, concentrandosi solo su alcune parti del corpo “contaminate” dalle pennellate frastagliate e ruvide della vernice utilizzata, per evidenziare linee, sovrapposizioni di arti, volumi. L’ultima opera in mostra, il cui messaggio è estremamente attuale, è Ban, che si interroga su una precisa domanda: “quando un nudo diventa arte e non deve essere censurato?”. Questa immagine invita a ripensare al concetto di censura nei social network e, allo stesso tempo, a quello dell’arte.

Tra gli altri artisti internazionali che esporranno a Roma nel corso di Bodyspaces ci saranno: A.T. Anghelopoulos, Shai Langen, Louise Camrass, David Donald, Silvia Faraco Lasmar, Gomez, Muhammad Danial Ismail, Elena Mastracci, David Meran, Marie-Claire Messouma Manlanbien, Sharmin Mojtahedzadeh, Eliott Paquet, Francesca Perrucci, Marian Ramirez, Dorottya Spitzner, Lexi Sun, Toni Kitti, Marta Wapiennik e Kira Watz.

L’inaugurazione dell’evento si svolgerà martedì 6 Dicembre 2016 alle ore 18 presso WorldHotel Ripa Roma e Sala da Feltre - Open Art e prevede performance e musica dal vivo (ingresso gratuito).

Vademecum

- WorldHotel Ripa Roma, Via degli Orti di Trastevere 3, 00153 Roma, Italy
Dal 6 Dicembre, 2016 all'8 Gennaio, 2017
- Sala da Feltre – Open ART, via Benedetto Musolino 7, 00153 Roma, Italy
06, 07, 08 Dicembre, 2016
Per ulteriori informazioni: www.alessandrorisuleo.com
Sito ufficiale della mostra: http://www.itsliquid.com

Ultima modifica il Lunedì, 05 Dicembre 2016 16:45



250x300Haring.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio