160x142_canaletto_2.jpg

Martedì, 23 Gennaio 2018 11:14

Mibact. Oltre 40 musei di Roma gratuiti durante il Sei Nazioni di rugby

Scritto da 

Franceschini: “Il Sei Nazioni si offre  come un’occasione per promuovere i tesori dell’arte italiana, dando concretezza alla volontà della Federugby di non organizzare solo uno straordinario evento sportivo, ma anche di valorizzare le eccellenze culturali e sociale del nostro Paese”

ROMA  - In virtù dell'accordo pluriennale di partnership, definito tra il ministero dei Beni Culturali e la Federazione Italiana di rugby, i possessori dei biglietti validi per assistere alle gare interne dell'Italia allo Stadio Olimpico di Roma, contro l'Inghilterra Il 4 febbraio e contro la Scozia 17 marzo, avranno diritto all'ingresso gratuito per due persone presso un elenco di musei e gallerie d'arte, nei due weekend delle partite: da venerdì 2 a domenica 4 febbraio e da venerdì 16 a domenica 18 marzo. 

All'iniziativa, ha aderito anche la sovrintendenza Capitolina ai beni culturali di Roma Capitale, ampliando l'offerta a tutti gli istituti museali del Comune.

"Grazie a questo accordo, abbiamo aperto le porte del patrimonio museale della citta' di Roma al mondo del rugby - ha detto il ministro Dario Franceschini - L'iniziativa, che tanto successo ha riscosso nelle passate edizioni, consente ai tanti appassionati di coniugare l'interesse per lo sport e quello per la cultura". Il Sei Nazioni "si offre cosi' come un'occasione per promuovere i tesori dell'arte italiana, dando concretezza la volonta' della Federugby di non organizzare solo uno straordinario evento sportivo, ma anche di valorizzare le eccellenze culturali e sociali del nostro Paese"

Ultima modifica il Martedì, 23 Gennaio 2018 11:26



250x300.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio