160x142 2.jpg

Giovedì, 11 Aprile 2019 12:01

Italia e Regno Unito, collaborazione nel segno dell’arte e della cultura oltre la Brexit

Scritto da 

Il British Council Italia si fa promotore di progetti di scambio culturale tra i due Paesi. Il 15 e il 16 aprile sarà ospitata a Roma una delegazione di rappresentanti del settore museale e delle arti visive contemporanee britanniche 

ROMA - Il British Council, l’ente culturale britannico, accoglierà a Roma, il prossimo lunedì 15 e martedì 16 aprile, una delegazione britannica con lo scopo di aprire a possibili collaborazioni e partnership, in ambito artistico e culturale, tra Italia e Gran Bretagna. 

Evento chiave di questa due giorni romana, sarà martedì 16 aprile, presso Palazzo Massimo, durante il quale si terranno briefing session da parte di entrambi i settori culturali, britannico e italiano,  momenti di scambio tra i delegati britannici e i rappresentanti del settore culturale italiano, finalizzati appunto alla promozione di una maggiore comprensione reciproca e all’individuazione di potenziali collaborazioni future. 

La sera del 15 aprile è previsto un incontro informale presso la residenza di Villa Wolkonsky dell’Ambasciatore britannico a Roma, S.E. Jill Morris, a cui prenderanno parte anche la British School at Rome e il British Institute of Florence. 

Paul Sellers, Direttore Italia per il British Council, spiega l’importanza dell’iniziativa, affermando: “Quale ente britannico internazionale per le relazioni culturali e le opportunità nel mondo dell’istruzione, il British Council ha sempre creduto nella forza del lavoro in partnership con gli altri Paesi europei per creare opportunità, stabilire legami e nutrire fiducia reciproca. La cultura, la lingua e le idee non hanno confini. Questo è il cuore del nostro lavoro, in Italia e in tutti gli altri Paesi dove operiamo”. 

Soddisfazione per questo incontro anche da parte del Mibac, Ministero per i beni e le attività culturali, che dichiara: “Il mondo degli Istituti di cultura ed Accademie straniere presenti a Roma è per noi di grande interesse. Siamo fortemente consapevoli del ruolo che essi (Accademie ed Istituti culturali) svolgono nella promozione del dialogo culturale internazionale, incoraggiando attività di scambio, proponendo variegate programmazioni in tutti i settori, dall’arte alla musica, dai musei al design, alla letteratura, spesso in collaborazione con nostri istituti. Vi è da parte nostra l’intenzione e l’impegno di intensificare questi momenti di collaborazione”.

“Auspichiamo - continua il Ministero - che questo incontro tra addetti ai lavori, nel settore dei musei e dell’arte contemporanea, sia foriero di futuri sviluppi poiché l’ambito d’interesse tracciato è particolarmente attuale e sentito. Crediamo infatti che un confronto aperto tra realtà differenti possa essere costruttivo ed ispirare nuove prospettive”.

Il Ministero sottolinea inoltre come, attraverso l’istituzione di un Sistema museale nazionale, una rete di musei e luoghi della cultura collegati fra loro, si stia attuando una trasformazione “al fine di migliorare il sistema di fruizione, accessibilità e gestione sostenibile del patrimonio culturale. Un progetto che avremo il paciere di presentare e condividere”. Il Mibac rammenta infine l’importanza del settore del contemporaneo, per il quale il Ministero si sta impegnando incentivando “lo sviluppo di talenti e la promozione internazionale di artisti, curatori e critici, attraverso la partecipazione a manifestazioni internazionali e residenze all’estero, la realizzazione di mostre monografiche presso istituzioni culturali straniere e progetti editoriali dedicati all’arte contemporanea italiana”.

La lista dei delegati britannici 

Musei

British Library, Conrad Bodman, Head of Culture Programmes
National Museums Scotland, Alanna Davidson, Touring Exhibitions Manager
Fitzwilliam Museum, Cambridge Dr Anastasia Christophilopoulou, Co-Acting Head of Antiquities
Kids in Museums, Laura Bedford, Head of Learning
National Museums Northern Ireland, Charlotte McReynolds and Anna Leisching, Curators
Birmingham Museums, Rebecca Bridgman, Curatorial and Exhibitions Manager

Manchester Museum, Dr Campbell Price, Curator of Egypt & Sudan
V&A, Ana Debenedetti, Curator of Paintings & Drawings

Arte contemporanea

Anna Babini, Independent Curator
Centre for Contemporary Art and the Natural World, Clive Adams, Director
Cove Park, Maeve Redmond, Craft & Design Programmer
Forma, Chris Rawcliffe, Artistic Director
Borough Road Gallery at London, Theresa Kneppers, Curator
The Lowry, Lucy Dusgate, Digital Art Creative Producer
Hearth Gallery, Cardiff and Vale University Health Board, Melanie Wotton, Exhibitions Coordinator & Curator
g39, Sam Hasler, Programmer
Guildhall Art Galleries, Elizabeth Scott, Director
Hayward Gallery Touring, Gillian Fox, Assistant Curator
Lumen Studio, Natasha Sabatini, Residency Partner Organiser

 

Ultima modifica il Giovedì, 11 Aprile 2019 12:40


300x250 2.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio