BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Mercoledì, 10 Febbraio 2016 13:09

Alla Fondazione Merz di Torino il nuovo progetto di Botto&Bruno

Scritto da 

L'esposizione "Society, you’re a crazy breed" dei due artisti torinesi è una sorta di grido per riflettere sul futuro della nostra società

TORINO - Il duro ma lucido realismo di Botto&Bruno, artisti nati e vissuti sempre nei quartieri di una società operaia alla costante ricerca di una nuova identità, propone ancora una volta una riflessione sul futuro della nostra società. Il nuovo progetto inedito sarà presentato dalla Fondazione Merz, dal 9 marzo al 19 giugno. Il titolo è Society, you’re a crazy breed e si ispira a un brano di Eddie Vedder, “Society”, parte della colonna sonora del film “Into the Wild”.  Ma lo spunto di riflessione del progetto è soprattutto la follia contemporanea che tende ad azzerare la memoria per costruire su macerie un presente senza storia. Citando Marc Augé “La storia futura non produrrà più rovine. Non ne ha il tempo” (Rovine e macerie. Il senso del tempo, Bollati Boringhieri, 2004).

Il tema delle periferie è quindi nuovamente presente anche in questo progetto dei due artisti, che nello spazio espositivo, propongono una sorta di paesaggio fotografico che ricopre quasi per intero le pareti perimetrali e la pavimentazione. Un fitto intreccio di immagini stampate con inchiostri ecosostenibili riproducono generici scenari di margini urbani uguali e diversi, in tante parti del mondo. Sono appunto le periferie di Botto&Bruno, che hanno improntato tutta la loro carriera proprio sull’ interpretazione degli spazi delle periferie metropolitane, simbolo di degrado delle culture e dello spirito umano. E’ infatti proprio il degrado il prezzo pagato nel passaggio dalle civiltà arcaiche e contadine a quelle del cosiddetto “benessere” della nostra contemporaneità.

Ma lo scenario “degradato”  riprodotto dagli artisti non si limita a questo accumulo fotografico. Sono infatti presenti tre strutture all’interno dello spazio, concepite invece come luoghi di riflessione,  di “ristori dell’anima”.

Un silos, simile per forma e dimensioni a quelli che occuparono lo spazio esterno della Fondazione, ex centrale termica delle Officine Lancia. Un frammento di muro aggettante da cui escono simbolicamente parole e frasi che si disperdono sulle pareti. E infine una piccola sala cinematografica chiamata “Cinema Lancia”, ricostruita sul disegno della facciata dell'ex edificio industriale e ora sede del museo.

Vademecum

Society, you’re a crazy breed 

9 marzo – 19 giugno 2016
Fondazione Merz, via Limone 24, 10141 Torino
A cura di: Beatrice Merz e Maria Centonze
Inaugurazione: mercoledì 9 marzo 2016 ore 19
Orari: martedì-domenica 11-19
Biglietti: € 6,00 intero, € 3,50 ridotto (visitatori di età compresa tra i 10 e i 26 anni, maggiori di 65 anni, gruppi organizzati min. 10 persone, possessori di Pyou Card), Gratuito (bambini fino a 10 anni, disabili e accompagnatori, ogni prima domenica del mese possessori tessera Abbonamento Musei e Torino+Piemonte Card, membri ICOM, giornalisti con tessera in corso di validità o accreditati, amici Fondazione Merz e ogni prima domenica del mese)
Info: tel. 011.19719437 www.fondazionemerz.org - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultima modifica il Mercoledì, 10 Febbraio 2016 13:20


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio