BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Venerdì, 19 Febbraio 2016 12:12

Milano. Alla Deodato Arte è di scena il Giappone

Scritto da 

Dal 10 al 31 marzo la mostra "Japan Pop – EdoPop e nipposuggestioni” propone gli artisti Tomoko Nagao, Hiroyuki Takahashi, Hikari Shimoda e Hitomi Maehashi

TOMOKO NAGAO, Botticelli-The Birth of Venus with baci, esselunga, barilla, PSP and easy jet, 2012, Digital Art, 50 x 70 cm- 70 x 100 cm TOMOKO NAGAO, Botticelli-The Birth of Venus with baci, esselunga, barilla, PSP and easy jet, 2012, Digital Art, 50 x 70 cm- 70 x 100 cm

MILANO - Il mondo delle anime e dei manga va in scena alla Deodato Arte, che ospita dal 10 al 31 marzo, gli artisti Tomoko Nagao, Hiroyuki Takahashi, Hikari Shimoda e Hitomi Maehashi, con la mostra dal titolo Japan Pop – EdoPop e nipposuggestioni.  Protagonisti quattro punte di diamante delle ultime tendenze della scena contemporanea nipponica.
La mostra muove i passi dalla più iconica opera dell'arte giapponese, "La grande onda di Kanagawa" di Hokusai, reinterpretata qui dall'artista Tomoko Nagao, con la versione dal titolo “The Great Wave of Kanagawa with mc, cupnoodle, kewpie, kikkoman and kitty”. L’opera vuole essere una critica ironica alla società giapponese, ma lo fa attraverso l’estetica giapkawaiiponese, che rende tutto più addolcito e più carino.
Da Tomoko Nagao si prosegue con il linguaggio "mood shōjo" delle opere di Hiroyuki Takahashi, vera star in territorio nipponico. L’artista ritrae ragazze di ispirazione Manga e spesso affette da profonde crisi d'identità, inserendole in contesti urbani. Takahashi è inoltre molto popolare nel mondo della moda e del design. Le sue grafiche sono infatti molto utilizzate per capi d'abbigliamento e gadget di vario genere in Giappone.
Terza punta di diamante è Hikari Shimoda. Nelle sue opere, già esposte in Giappone, in Canada, negli Stati Uniti e in Italia, la realtà incontra il mondo fantastico. Elementi di tenerezza e di orrore convivono tra loro dando vita a un linguaggio artistico innovativo e contemporaneo, denso di significati simbolici. Protagonisti delle sue opere sono spesso bambini che si trasformano in supereroi o ragazze i cui occhi diventano specchio di problematiche sociali contemporanee.
Infine Hitomi Maehashi, classe 1989, è oggi riconosciuta come una delle maggiori esponenti della pittura digitale su fotografia, tecnica artistica che va oltre l'utilizzo di Photoshop, il foto-ritocco e la pittura grafica digitale. Si tratta infatti di uno stile molto meticoloso e all'avanguardia. Dopo aver scattato fotografie a persone comuni o a se stessa, Hitomi Maehashi modifica le immagini al computer, combinando la realtà a tratti caratteristici della cultura Manga e delle Anime, ispirandosi alla pratica del cosplay e alle maschere giapponesi chiamate Kigurumi.
La galleria Deodato Arte presenterà i quattro artisti alle prossime fiere d'arte contemporanea. Dopo Arte Genova (12-15 febbraio), la Pop Art giapponese sarà infatti proposta all'Affordable Art Fair di Milano (17-20 marzo) e all’Asia Contemporary Art Show di Hong Kong (24-27 marzo).
 

Vademecum

Japan Pop – EdoPop e nipposuggestioni
Deodato Arte, via Pisacane 36, Milano
a cura di Christian Gangitano
10-31 marzo 2016
Orari: lun - sab 10-19
Artisti in mostra: Tomoko Nagao, Hiroyuki Takahashi, Hikari Shimoda, Hitomi Maehashi
Info: Tel. +39 0280886294
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
website: www.deodato.com
www.deodato-arte.it

Ultima modifica il Venerdì, 19 Febbraio 2016 12:25


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio