WEB-160x142.gif

Venerdì, 15 Aprile 2016 09:17

Firenze. Jan Fabre a Forte Belvedere, Palazzo Vecchio e Piazza della Signoria

Scritto da 

Dal 15 aprile al 2 ottobre la mostra "Spiritual Guards". Sarà la prima volta che un artista vivente si cimenterà contemporaneamente in tre luoghi di eccezionale valore storico e artistico

Jan Fabre  Cercando l’Utopia (2003)/Searching for Utopia (2003)  Fotografo/Photographer : Dirk Pauwels  Copyright: Angelos bvba Jan Fabre Cercando l’Utopia (2003)/Searching for Utopia (2003) Fotografo/Photographer : Dirk Pauwels Copyright: Angelos bvba

FIRENZE - Si sviluppa tra Forte Belvedere, Palazzo Vecchio e Piazza della Signoria a Firenze, la grande mostra di uno degli artisti più innovativi e rilevanti del panorama contemporaneo dal titolo Jan Fabre. Spiritual Guards.
Da aprile fino ad ottobre sarà visitabile quella che può considerarsi come una delle più complesse e articolate mostre in spazi pubblici italiani mai realizzata dall’artista e regista teatrale fiammingo. 
L’esposizione, curata da Melania Rossi e Joanna De Vos, con la direzione direttore artistica di Sergio Risaliti, presenterà un nucleo di circa cento lavori, tra sculture in bronzo, installazioni di gusci di scarabei, lavori in cera e film che documentano le sue performance, realizzati tra il 1978 e il 2016, più due opere inedite pensate appositamente per questa occasione.
Il 15 aprile, in un evento straordinario ben due sculture in bronzo di Fabre verranno esposte in Piazza della Signoria. Una di queste, Searching for Utopia, di eccezionali dimensioni, dialogherà con il monumento equestre di Cosimo I, capolavoro rinascimentale del Giambologna; mentre la seconda, The man who measures the clouds (American version, 18 years older), si innalzerà sull’Arengario, o Ringhiera, di Palazzo Vecchio, tra le copie del David di Michelangelo e della Giuditta di Donatello. In entrambe le opere si riconoscerà l’autoritratto dell’artista, nella doppia veste di cavaliere e guardiano, come tramite tra terra e cielo, tra forze naturali e dello spirito.
Sempre dal 15 aprile saranno visibili in Palazzo Vecchio una serie di sculture che andranno invece a dialogare con gli affreschi e i manufatti conservati in alcune sale del percorso museale del palazzo, in particolare quelle del Quartiere di Eleonora, assieme alla Sala dell’Udienza e alla Sala dei Gigli. Tra le opere esposte anche un grande mappamondo (2.50 m di diametro) rivestito interamente di scarabei dal carapace cangiante, la cui forma e dimensione dialoga perfettamente con il celebre globo conservato nella Sala delle Mappe geografiche, opera cinquecentesca di Ignazio Danti.

Il 14 maggio, aprirà infine la mostra al Forte Belvedere, dove tra i bastioni e la palazzina saranno presentate circa sessanta opere in bronzo e cera, oltre a una serie di film incentrati su alcune storiche performance dell’artista. Forte Belvedere, un luogo di difesa dall’esterno e dall’interno quindi, che suggerisce un percorso attraverso la vita, le ambizioni e le angosce dei potenti signori medicei e che allude a opposte percezioni e sensazioni umane come quelle di controllo e abbandono, ma anche a bisogni e desideri contrapposti come quelli di protezione armata e di slancio spirituale, così profondi e radicati da condizionare le forme architettoniche e la configurazione dello spazio naturale. A comunicare queste ambivalenze saranno due schieramenti scultorei formati da sette scarabei bronzei posizionati nei punti di vedetta del Forte e da una serie di autoritratti dell’artista a figura intera che andranno a popolare gli angoli dei bastioni all’esterno della palazzina, circondando la villa Medicea. Gli scarabei sono angeli di metamorfosi, guardiani-custodi, simboleggiano nelle antiche religioni e nella tradizione pittorica italiana e fiamminga della vanitas il passaggio tra la dimensione terrena e la vita eterna con il loro continuo movimento. Allo stesso tempo possiedono una bellissima corazza che mette in luce drammaticamente la vulnerabilità di quel corpo “regale”.
Impresa e motto della mostra sarà dunque Spiritual Guards, da interpretare come incitamento a vivere una vita eroica, sia bellicosa che disarmata a difesa dell’immaginazione e della bellezza.

Vademecum

JAN FABRE. SPIRITUAL GUARDS

Piazza Signoria e Museo di Palazzo Vecchio 15 aprile – 2 ottobre
Forte di Belvedere, 14 maggio – 2 ottobre
Piazza Signoria, Firenze
Museo di Palazzo Vecchio, Piazza Signoria, 1 - Firenze
Forte di Belvedere, via di San Leonardo, 1 – Firenze Orari:
Piazza Signoria
Accesso libero alla piazza
Palazzo Vecchio
Da aprile a settembre
Tutti i giorni escluso il giovedì: 9-23
giovedì: 9-14
Da ottobre a marzo
Tutti i giorni escluso il giovedì: 9-19
giovedì: 9-14
Forte di Belvedere
Tutti i giorni escluso il lunedì: 10-20
Chiuso il lunedì
CATALOGO
(Pubblicazione: Maggio 2015)
Forma Edizioni Srl
INFO E SITO WEB
www.musefirenze.it

Ultima modifica il Lunedì, 18 Aprile 2016 10:56


WEB-250x300.gif

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio