160x142 2.jpg

Mercoledì, 21 Ottobre 2015 12:20

Pirelli Hangar Bicocca, "Hypothesis" di Philippe Parreno

Scritto da 

L'esposizione dell'artista francese, curata da Andrea Lissoni, nello spazio di arte contemporanea gestito da Pirelli

Hypothesis di Philippe Parreno Hypothesis di Philippe Parreno

MILANO - Si chiama Hypothesis la prima mostra antologica in Italia dedicata a Philippe Parreno, curata da Andrea Lissoni e ospitata all’HangarBicocca. Philippe Parreno è uno degli artisti francesi più rilevanti degli ultimi venti anni a livello internazionale. Hypothesis inaugura il 21 ottobre 2015 ed è una mostra nella quale i lavori di Parreno hanno trovato una nuova dimensione.

L’artista sovverte i paradigmi tradizionali legati allo spazio espositivo, ridefinendolo e inserendo il concetto del tempo, con azioni tipicamente associate alle arti performative. «Io considero il tempo - dice Parreno - un vettore per la pratica. Quando alcuni anni fa gli oggetti erano molto più definiti nel tempo e nello spazio, per una serie di motivi io ero molto più interessato a lavorare con dei medium basati sul tempo e anche a usare la stessa esposizione come un medium».

Lo stesso titolo «Hypothesis,  - spiega Andrea Lissoni  - rappresenta un’ipotesi per un progetto espositivo inteso come esperienza temporale».

L’opera di Parreno si sviluppa attraverso l’utilizzo di differenti linguaggi e codici dell’arte. Film, scultura, performance e, non ultima l’informatica, sono solo alcune delle discipline che l’artista utilizza e mette in connessione, riuscendo anche a coinvolgere il pubblico. 

Altro aspetto fondamentale della pratica artistica di Parreno è la dimensione collaborativa. Parreno ha infatti da sempre interagito con diverse personalità, tra questi artisti, musicisti, architetti e curatori (tra i molti Tino Sehgal, Liam Gillick, Douglas Gordon, Carsten Höller, Pierre Huyghe, Darius Khondji, Arto Lindsay, Hans-Ulrich Obrist e Rirkrit Tiravanija).

Il percorso espositivo presenta diverse opere caratterizzate dal suono e dalla luce tra cui le sue iconiche Marquees, realizzate a partire dal 2007 e ispirate dalle insegne cinematografiche luminose tipiche degli anni ’50.

Fra le mostre personali più recenti di Philippe Parreno ci sono: Centre Pompidou, Parigi (2009); Serpentine Gallery, Londra (2010); Fondation Beyeler, Riehen/Basel (2012); The Garage Museum for Contemporary Culture, Mosca (2013); Palais de Tokyo, Parigi (2013); Schinkel Pavillon, Berlino (2014); Park Avenue Armory, New York (2015). Ha partecipato a quattro edizioni della Biennale di Lione (2005, 2003, 1997, 1991) e a sette edizioni della Biennale di Venezia (2015, 2011, 2009, 2007, 2003, 1995, 1993). Philippe Parreno ha inoltre co-curato numerose mostre, la più recente è Solaris Chronicles alla Luma Foundation, Arles (2014).

 

Hypothesis - Dal 21 Ottobre 2015 al 14 Febbraio 2016
Milano, HangarBicocca, via Chiese, 2 Milano
Giovedì – Domenica, 11.00 – 23.00
Biglietti: ingresso libero

Ultima modifica il Giovedì, 14 Gennaio 2016 11:25


300x250 2.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio