WEB-160x142.gif

Sabato, 12 Dicembre 2015 18:11

Torino, Matisse approda a Palazzo Chiablese

Scritto da 

Una esposizione di opere del maestro francese a confronto con giganti contemporanei da Picasso a Léger

Henri Matisse, Natura morta con credenza verde, 1928. Olio su tela, 81,5x100 cm. Collection Centre Pompidou, Paris Musée national d’art moderne Henri Matisse, Natura morta con credenza verde, 1928. Olio su tela, 81,5x100 cm. Collection Centre Pompidou, Paris Musée national d’art moderne

TORINO - Henry Matisse è approdato a Palazzo Chiablese di Torino con 50 opere provenienti dal Centre Pompidou, a cui si affianca una selezione di 47 dipinti realizzati da una compagnia di giganti suoi contemporanei: Picasso, Renoir, Modigliani, Mirò, Braque, Léger, solo per citarne alcuni. Matisse e il suo tempo è il titolo di questa unica esposizione che raccoglie complessivamente 97 opere. Un vero e proprio confronto tra coloro hanno segnato un periodo importantissimo nell’arte contemporanea. In effetti è proprio il contesto in cui operò Matisse, la sua cerchia di amici, l’approfondimento degli scambi artistici mantenuti con altri pittori, che la rassegna curata da Cécile Debray (conservatore presso il Musée national d’art moderne-Centre Pompidou), si propone si analizzare. 

È infatti in un procedere di confronti visivi che lo sguardo dello spettatore viene guidato alla scoperta delle influenze reciproche o delle comuni fonti di ispirazione, strumenti per rievocare anche la grande Storia e lo “spirito del tempo”, lungo un cammino suddiviso in dieci sezioni, cronologicamente ordinate e intervallate da approfondimenti tematici,  dedicati ai soggetti e i luoghi ricorrenti nell’arte dell’amatissimo maestro francese la cui produzione abbraccia alcune delle più alte espressioni del XX secolo.

Lo scopo dell’esposizione è quindi quella di far comprendere la figura di Matisse, come artista ma anche come uomo, partendo dalle sue amicizie per arrivare anche agli scambi artistici con altri pittori. Un tragitto in cui è possibile cogliere  le sottili influenze reciproche, le fonti comuni di ispirazione, ma anche la chiave che unisce Matisse e gli altri artisti e che coinvolge momenti finora poco approfonditi.

L’esposizione è promossa dal Comune di Torino - Assessorato alla Cultura, dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte e dal Polo Reale di Torino e organizzata dal Centre Pompidou di Parigi, 24 ORE Cultura - Gruppo 24 ORE e Arthemisia Group, sarà aperta al pubblico dal fino al 15 maggio 2016.

Ultima modifica il Martedì, 19 Gennaio 2016 19:04


WEB-250x300.gif

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio