BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Mercoledì, 24 Febbraio 2016 16:35

Fondazione Stelline di Milano, le Gallerie milanesi tra le due Guerre

Scritto da 

L'arte del ventennio (1919 al 1939) raccontata attraverso il ruolo fondamentale di alcune Gallerie che diedero prova di grande vitalità culturale

Vasilij Vasil'evič Kandinskij, Kleine Welten, 1922, libro d'artista, Civica Biblioteca d'Arte, Milano Vasilij Vasil'evič Kandinskij, Kleine Welten, 1922, libro d'artista, Civica Biblioteca d'Arte, Milano

MILANO - Gli anni che seguirono la Grande Guerra rappresentarono per Milano un momento di grande fermento culturale e artistico. Nel ventennio che va dal 1919 al 1939, la città meneghina si trovò a rivestire un ruolo fondamentale, diventando una sorta di crocevia di artisti e movimenti anche a livello internazionale, e dove anche lo stesso Kandinskij trovò un terreno fertile per esprimersi.

La mostra Gallerie milanesi tra le due Guerre, ospitata alla Fondazione Stelline di Milano, a partire dal 25 febbraio fino al 22 maggio racconta di questo momento particolarmente prolifico e vivace, che vide protagoniste alcune gallerie che diedero prova di grande vitalità culturale.

L’esposizione, curata da Luigi Sansone, attraverso 100 opere tra dipinti, sculture e documenti, offre la possibilità di riscoprire questo particolare periodo storico, sottolineando il ruolo determinante rivestito da alcune Gallerie d’arte come Pesaro, Bardi, Scopinich, Milano, Salvetti, Dedalo, Bottega di Poesia, Il Milione, Barbaroux, Micheli, Gussoni, Centrale e Mostre Temporanee, che ospitarono alcune delle menti più creative dell’epoca. Il percorso espositivo propone opere di Balla, Carrà, Campigli, Casorati, de Chirico, de Pisis, Fontana, Funi, Guttuso, Kandinskij, Licini, Melotti, Prampolini, Rosai, Medardo Rosso, Savinio, Severini, Sironi, Usellini, Wildt e molti altri.
La mostra è accompagnata anche da un catalogo, pubblicato da Silvana editoriale, che oltre a un saggio introduttivo del curatore, raccoglie contributi critici di Elena Pontiggia e Nicoletta Colombo, e un’importante testimonianza di Gillo Dorfles.
Durante il periodo dell’esposizione sono previsti una serie di appuntamenti, approfondimenti, visite guidate e laboratori didattici.

Vademecum

FONDAZIONE STELLINE
corso Magenta, 61 - 20123 Milano 
25 febbraio - 22 maggio 2016
Orari: martedì - domenica, ore 10.00 - 20.00
Ingresso: intero 8 ridotto 6 scuole 3
Info +39 02.45462.411 

Ultima modifica il Mercoledì, 24 Febbraio 2016 16:52


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio