160x142-banksy-palermo.gif

Domenica, 12 Luglio 2020 19:04

La Casa dei Tre Oci di Venezia celebra la riapertura con la più ampia retrospettiva dedicata a Jacques Henri Lartigue

Scritto da 

“L’invenzione della felicità”  è il titolo della mostra che ripercorre l’intera carriera del fotografo francese, dai primi anni del '900 agli anni '80

Jacques Henri Lartigue, La Baule, 1979 © Ministère de la Culture (France), MAP-AAJHL Jacques Henri Lartigue, La Baule, 1979 © Ministère de la Culture (France), MAP-AAJHL

VENEZIA - Sabato 11 luglio la Casa dei Tre Oci di Venezia ha riaperto i battenti, dopo la chiusura dovuta all’emergenza sanitaria,  con la mostra “L’invenzione della felicità”, la più ampia retrospettiva mai realizzata in Italia, dedicata al pittore e fotografo francese Jacques Henri Lartigue, poeta della felicità e della gioia. 

Sono 120 le immagini in esposizione, di cui 55 inedite, cui si aggiungono materiali d’archivio, libri quali il Diary of a Century, riviste dell’epoca, un diaporama con le pagine degli album, tre stereocopie, descrivono anche gli ultimi vent'anni del suo lavoro, perlopiù meno noti, con i servizi di moda, le collaborazioni con il cinema (tra queste con Federico Fellini), ma anche il ritorno ai suoi temi prediletti: la velocità, l'amore, i fiori e l'eleganza.

In mostra anche  il video originale non restaurato realizzato dalla fotografa italiana Elisabetta Catalano nel 1982, Bonjour Monsieur Lartigue, che prende il nome dalla prima mostra organizzata dalla Donation Lartigue al Grand Palais di Parigi nel 1980.

La Casa dei Tre Oci mette inoltre a disposizione gratuitamente innovative modalità di fruizione della mostra. Si tratta di un sistema di particolari QRcode, ovvero codici scansionabili con la fotocamera del proprio cellulare, associati a podcast che consentiranno di approfondire una significativa selezione di immagini attraverso la voce del direttore artistico Denis Curti e di ascoltare la playlist ispirata ai temi del fotografo della felicità.

La mostra resterà aperta fino al 10 gennaio 2021.  Nei mesi di luglio e agosto, si potrà visitare la rassegna dal venerdì alla domenica, dalle 11 alle 19, pagando il solo biglietto ridotto speciale (€9,00 anziché 13).

Modalità di visita 

L'accesso alla Casa dei Tre Oci è contingentato, nel rispetto delle attuali norme sulla sicurezza, con alcune prescrizioni, quali l'uso della mascherina, la distanza di sicurezza di almeno 1 metro, l'obbligo di igienizzarsi le mani all'ingresso e all'interno delle sale espositive, grazie ai dispenser igienizzanti posti in più punti della Casa. Attraverso il contributo del personale e l'opportuna segnaletica avrai tutte le informazioni necessarie al rispetto delle regole di comportamento descritte.

Vademecum

JACQUES HENRI LARTIGUE
L’invenzione della felicità. Fotografie
Casa dei Tre Oci 
Fondamenta delle Zitelle, 43, Giudecca, Venezia 
11.07.2020 > 10.01.2021
Info 
treoci.org
tel. +39 041 24 12 332; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultima modifica il Domenica, 12 Luglio 2020 19:10


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio