WEB-160x142.gif

Giovedì, 22 Settembre 2016 17:50

Fotografia. Vivian Maier all'Arengario di Monza

Scritto da 

Continua il programma espositivo dedicato ai grandi protagonisti della fotografia. Dopo il successo della mostra “Robert Doisneau. Le merveilleux quotidien” ad aprire la stagione autunnale ci sarà Vivian Maier

MILANO - Considerata una delle massime esponenti della “street photography”, questa tata di professione e fotografa per vocazione sarà protagonista all’8 ottobre 2016 all’8 gennaio 2017 della rassegna dal titolo “Vivian Maier. Nelle sue mani”, un progetto a cura di Anne Morin.

L’esposizione nasce dal desiderio di rendere omaggio a questa grande fotografa, straordinaria artista che nella sua vita ha realizzato una numero impressionante di fotografie senza farle mai vedere a nessuno, come se volesse conservarle gelosamente per se’ stessa. La Maier scattava foto quasi in maniera compulsiva con la sua Rolleiflex accumulando una quantità di rullini talmente grande da non riuscire neppure a svilupparli tutti.

Spirito curioso, sempre attenta ai particolari, ad ogni minimo dettaglio, la Maier ritrasse attraverso le strade di New York e Chicago, i suoi abitanti, i bambini, gli animali, gli oggetti abbandonati, i graffiti, i giornali e tutto ciò che le scorreva davanti agli occhi. Riuscì in questo modo a raccontare uno spaccato originale sulla vita americana della seconda metà del Ventesimo Secolo. Nel suo lavoro è evidente un bisogno febbrile di salvare la “realtà”, soffermandosi quindi anche sulle cose trovate nei bidoni della spazzatura o buttate sul marciapiede. Pur lavorando nei quartieri borghesi, dai suoi scatti emerge un certo fascino verso ciò che è lasciato da parte, abbandonato, che sia un essere umano o no, e un’affinità emotiva nei confronti di chi lotta per rimanere a galla. 

In esposizione anche numerosi autoritratti in cui il suo sguardo severo si riflette negli specchi, nelle vetrine e la sua lunga ombra invade l’obiettivo quasi come se volesse finalmente presentarsi al pubblico che non ha mai voluto o potuto incontrare.

Per tutta la durata della mostra sono previsti una serie di incontri ed eventi gratuiti, a cura di Piero Pozzi, fotografo e docente di fotografia presso il Politecnico di Milano, Facoltà del Design, che permetteranno ai visitatori di approfondire l’opera dell’artista e la storia della fotografia. 

Vademecum

Dal 7 ottobre 2016 all’8 Gennaio 2017
Milano, Arengario di Monza
Biglietti: intero € 9, ridotto € 7, scuole € 5
Orari
Lunedì chiuso
Da martedì a venerdì: 10.00-13.00 / 14.00-19.00 Sabato, domenica e festivi: 10.00-20.00   
Info+39 039 329541
www.arengariomonzafoto.com

 

Ultima modifica il Giovedì, 22 Settembre 2016 17:59


WEB-250x300.gif

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio