Stampa questa pagina
Martedì, 22 Novembre 2016 12:01

Gian Paolo Barbieri, cinquant’anni di bellezza nella fotografia di moda

Scritto da 

Celebre per la teatralità dei suoi set, Barbieri ha creato campagne fotografiche per maison quali Valentino, Armani, Missoni, Versace, Ferré, Dolce & Gabbana. La mostra ripercorre, attraverso 40 scatti, mezzo secolo della sua intensa carriera 

Gian Paolo Barbieri per Ferré, Milano 1991 – Courtesy  29 Arts in Progress gallery Gian Paolo Barbieri per Ferré, Milano 1991 – Courtesy 29 Arts in Progress gallery

MILANO - Occhio, cuore e mente: cinquant’anni di bellezza nella fotografia di moda è il titolo della rassegna che ripercorre mezzo secolo di carriera di Gian Paolo Barbieri, uno dei fotografi di moda più importanti e riconosciuti a livello internazionale, interprete più accreditato del Made in Italy. 

La mostra, a cura di Nikolaos Velissiotis è ospitata dal 23 novembre al 20 dicembre presso la 29 Arts in Progress gallery di Milano.

Celebre per la teatralità dei suoi set, Barbieri ha saputo rappresentare lo spirito della fotografia di moda, in tutte le sue sfumature, dalla seduzione alla provocazione, dal mito all’eleganza. Ha firmato campagne fotografiche per maison quali Valentino, Armani, Missoni, Versace, Ferré, Dolce & Gabbana.

Di lui Yves Saint Laurent ha detto: “Gian Paolo Barbieri attraversa l’eleganza sontuosa dei suoi ritratti femminili e delle scene dei quartieri poveri con la stessa anima, lo stesso amore. Un segreto che non appartiene che a lui. Nutro per Gian Paolo una profonda ammirazione, perché lo ritengo un fotografo sensibile, umano e capace di dignitosa partecipazione emotiva”.

L’esposizione, realizzata nell’ambito degli eventi in calendario durante il Photo Vogue Festival, propone 40 tra i suoi soggetti più conosciuti, stampe vintage ai sali d’argento e polaroid, oltre ad alcuni scatti inediti. 
Tra le dive e le modelle immortalate, attraverso ritratti in studio, scatti eseguiti durante pause sul set, che restituiscono un affresco variopinto del mondo della moda e la sua dimensione sospesa tra realtà e immaginario, ci sono Audrey Hepburn, Jerry Hall, Vivienne Westwood, Eva Malstrom, Aly Dunne, Mary Jonasson, Veruschka, Anjelica Huston, le italiane Isa Stoppi, Simonetta Gianfelici, Ivana Bastianello, Monica Bellucci.

Vademecum

Dal 23 Novembre 2016 al 20 Dicembre 2016
MILANO, 29 Arts in Progress
Biglietti: ingresso gratuito
Info: +39 02 94387188
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
http://www.29artsinprogress.com/

Redazione

Ultimi da Redazione

Articoli correlati (da tag)