555400000.jpg

Lunedì, 09 Gennaio 2017 12:10

A Terni la fotografia di Gianni Berengo Gardin con testi d'autore

Scritto da 

Gli incontri durante sessanta anni di carriera sono alla base di questa esposizione, dove ogni scatto è accompagnato dal testo di amici, intellettuali, colleghi, artisti, giornalisti, registi, architetti

Venezia, 1960 © Gianni Berengo Gardin/Courtesy Fondazione Forma per la Fotografia Venezia, 1960 © Gianni Berengo Gardin/Courtesy Fondazione Forma per la Fotografia

TERNI - Dal 19 gennaio al 30 aprile 2017, CAOS - centro arti opificio siri di Terni, ospita la mostra Gianni Berengo Gardin. Vera fotografia con testi d’autore. L’esposizione raccoglie 24 scatti scelti nell’immenso corpus fotografico del grande fotografo ligure, accompagnati dal commento di amici, intellettuali, colleghi, artisti, giornalisti, registi, architetti.

Ogni foto è quindi accostata ad un testo che consente ancor più di ragionare sul valore di testimonianza sociale ed estetica delle immagini. I testi sono di registi come Marco Bellocchio, Alina Marazzi, Franco Maresco e Carlo Verdone, architetti come Stefano Boeri, Renzo Piano e Vittorio Gregotti, artisti come  Mimmo Paladino, Alfredo Pirri, Jannis Kounellis; e poi di Lea Vergine e di Goffredo Fofi, del sociologo Domenico De Masi, dei fotografi Ferdinando Scianna, Sebastião Salgado e di un giovane emergente come Luca Nizzoli Toetti, di scrittori come Maurizio Maggiani e Roberto Cotroneo, di giornalisti come Mario Calabresi, Michele Smargiassi e Giovanna Calvenzi, di Peppe Dell’Acqua, psichiatra dell’equipe di Franco Basaglia, di Marco Magnifico, vicepresidente del FAI  e di una  street artist come Alice Pasquini.

Ad arricchire ulteriormente l’esposizione, curata da Contrasto e prodotta da Civita Mostre, anche una proiezione di immagini tratte dall'archivio del fotografo. L’intera produzione e l’archivio di Gianni Berengo Gardin sono gestiti da Fondazione Forma per la Fotografia di Milano. La mostra è accompagnata anche dal libro Vera fotografia pubblicato da Contrasto.
In occasione della mostra, CAOS propone anche una serie di incontri didattici a cura di Coopsociale ACTL, Coopsociale ALIS e Indisciplinarte SRL, che rappresentano una occasione di riflessione e approfondimento sulla teoria e sulla pratica fotografica dell’artista. Le attività, il cui dettaglio sarà visibile nel sito www.caos.museum , sono su prenotazione scrivendo all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o contattando il numero 0744/285946.

Vademecum

GIANNI BERENGO GARDIN
Vera fotografia con testi d’autore
Terni, CAOS (Centro Arti Opificio Siri) 
19 gennaio  – 30 aprile 2017
Orari
Dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00. Lunedì chiuso
Dal 26 marzo: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00
È possibile acquistare il biglietto d'ingresso presso le biglietterie del CAOS
in viale Campofregoso 98, secondo i giorni e gli orari di apertura della mostra.
Biglietti:
Intero 5€
Ridotto 3,50€ ( per under 25 anni, gruppi di almeno 20 paganti)
Gratuito: per bambini fino a 6 anni, portatore handicap e accompagnatore, guide turistiche dell’Unione Europea. La mostra non rientra nella gratuità della prima domenica del mese.
Informazioni
Tel. 0744/285946 – www.caos.museum
 

Ultima modifica il Lunedì, 09 Gennaio 2017 12:23

300X300.jpg

Flash News

Attualità*