BANNER_WEB_160X142.jpg

Sabato, 09 Dicembre 2017 15:35

Roma. WeGil apre con “Leggere” di Steve Mc Curry

Scritto da 

Dall’8 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018 negli spazi del nuovo polo cultuale romano sarà possibile visitare l’emozionante raccolta a tema di uno dei più grandi fotografi dei nostri tempi

Steve McCurry, YEMEN Steve McCurry, YEMEN

ROMA -  Meravigliosi 40 scatti realizzati in ogni angolo del mondo, scelti per aprire il nuovo hub culturale, quel WeGIL, nello storico palazzo di Trastevere, concepito dall’architetto Moretti e ripensato utilizzando criteri innovativi e moderni. La riapertura dell’edificio, la cui gestione è stata affidata alla società regionale LAZIOcrea, è stata possibile anche grazie all’opportunità offerta da “Art Bonus”, credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo. 

La mostra è ispirata al libro più recente di McCurry, che prende le mosse da un omaggio al fotografo Andrè Kertez, da lui conosciuto personalmente perché viveva nel suo stesso condominio a New York. In “Leggere” scrive Biba Giachetti:McCurry ci invita ad osservare, quasi silenziosamente, quanto accade in questo universo traslato, in cui le persone abbandonano il loro presente, anche drammatico, per essere totalmente assorbite da altro. (…) le immagini di McCurry sorprendono per i contesti anomali, talvolta di guerra o di disastri ambientali; troviamo scuole a cielo aperto in paesi bombardati e altri luoghi improbabili, talvolta rumorosi, talvolta silenziosi, dove ci sono persone che leggono, seppur contornati da animali o macchine; leggono rilassati su marciapiedi, leggono persi nel loro altrove, da Cuba all’Italia, dall’India agli Stati Uniti, dall’Afghanistan all’Africa (…)".

Le immagini sono esposte in un’installazione firmata da Peter Bottazzi e si alternano alla antologia di aforismi dedicati alla lettura che Roberto Cotroneo ha scelto per la mostra. Citazioni, alcune davvero universali, come quella di Marguerite Duras che dice: “Leggere, leggere un libro … per me è questa l’esplorazione dell’universo”. Altre che colgono l’essenzialità del sapere: “Sapeva leggere. Fu la scoperta più importante di tutta la sua vita. Sapeva leggere. Possedeva l’antidoto contro il terribile veleno della vecchiaia”. A firma di Luis Sepulveda.

Dalle due bambine del terzo mondo che guardano come una promessa un libro aperto davanti a loro; dal soldato afroamericano che si astrae dal conflitto assorbito nella lettura, al poveraccio in misera nella capanna di Allahbad dedito a un testo probabilmente religioso; la mostra di Steve McCurry aggiunge qualcosa di più e di bello al mistero umano della conoscenza.

Vademecum

LEGGERE
Steve Mc Curry
nel nuovo spazio culturale WEGIL
il Palazzo della Cultura promosso da Regione Lazio
8 dicembre 2017 – 7 gennaio 2018, WeGIL - Largo Ascianghi 5, Roma
WEGIL – www.wegil.it - 06. 51681900 .
Tutti i giorni dal Lunedì alla Domenica dalle 10,00 alle 19,00
Biglietti: Euro 8,00 biglietto intero; Euro 5,00 biglietto ridotto per ragazzi dai 19 ai 26 anni e per gli anziani over 65; under 18: ingresso gratuito

Ultima modifica il Sabato, 09 Dicembre 2017 15:45

Banner  250x300.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio