WEB-160x142.gif

Giovedì, 07 Novembre 2019 11:25

Maria Montessori e Bruno Munari, il tatto per esplorare la bellezza

Scritto da 

Una mostra ospitata alla Mole di Ancona, a cura di Fabio Fornasari, che offre l’opportunità di un'ampia riflessione, incontrando il pensiero e i materiali di  due tra i più illustri personaggi della cultura italiana moderna

Bruno Munari, Concavo-convesso, 1949-2019 Bruno Munari, Concavo-convesso, 1949-2019

ANCONA -  È possibile percepire, riconoscere ed apprezzare la bellezza anche tramite il tatto? E quali strategie si potrebbero porre in essere per sperimentare questa possibilità?  Da questi interrogativi parte la mostra  “Toccare la bellezza. Maria Montessori Bruno Munari”, a cura di  Fabio Fornasari, ospitata alla Mole di Ancona dal 10 novembre, che ha come filo conduttore il tatto

Si tratta di una significativa esperienza relativa alla tattilità dal punto di vista artistico ed estetico, attraverso il pensiero e i materiali di Maria Montessori e le idee e i lavori originali di Bruno Munari. 

Di Munari vengono esposte  oltre 100 opere e lavori editoriali, che testimoniano come tutto il suo lungo percorso creativo, a partire dagli anni Quaranta del secolo scorso, sia stato sempre caratterizzato da una forte attenzione ai temi della multisensorialità - della tattilità in particolare - e dall'impiego a livello artistico di una grande quantità e varietà di materiali naturali e industriali anche a fini pedagogici. 

Di Maria Montessori sono presentati sia il modello educativo, sia i numerosi materiali, con particolare riferimento a quelli inerenti l’educazione sensoriale e della mano, considerata da lei stessa come “l’organo dell'intelligenza”. 

Durante il periodo della mostra, che è anche un’occasione per celebrare, nel 2020, la ricorrenza dei 150 anni dalla nascita di Maria Montessori, sono previsti  laboratori didattici per le scuole e le famiglie secondo il metodo Bruno Munari e il modello montessoriano nonché workshop e giornate di formazione rivolti ai docenti, educatori ed operatori museali.

La mostra resterà aperta al pubblico fino all’8 marzo 2020. 

Vademecum

Dal 10 novembre 2019 all’8 Marzo 2020
La Mole Ancona
Banchina Giovanni da Chio 28
Orari: Giovedì e venerdì ore 16 - 19; sabato, domenica e festivi ore 10 - 19; 1° gennaio: 16 - 19. Ultimo ingresso: 18.15. Chiuso: 25 dicembre
Enti promotori:
Museo Tattile Statale Omero, TACTUS - Centro per le arti contemporanee la multisensorialità e l’interculturalità, Comune di Ancona
Biglietti: Intero: 5 euro. Gratuito: scuole, disabili e loro accompagnatori, under 18 anni, guide turistiche abilitate, giornalisti accreditati, soci ICOM
Info: +39 071 205677
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; www.museoomero.it

 

Ultima modifica il Giovedì, 07 Novembre 2019 11:41


WEB-250x300.gif

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio