WEB-160x142.gif

Martedì, 12 Novembre 2019 17:14

"Visio. Moving Images After Post-Internet", l’arte contemporanea a Palazzo Strozzi

Scritto da 

Dal 13 novembre al 1 dicembre 2019, una mostra che accoglie la opere di 12 artisti under 35 partecipanti alla VIII edizione di “Visio. European Programme on Artists Moving Images”, progetto promosso e realizzato dallo "Schermo dell'arte Film Festival" e curato da Leonardo Bigazzi, negli spazi della Strozzina

FIRENZE -  La mostra "Visio. Moving Images After Post-Internet" - racconta  il curatore Leonardo Bigazzi - intende riflettere sull'influenza che la rivoluzione digitale dell'ultimo decennio e il fenomeno post-internet hanno avuto sulla generazioni di artisti che ha vissuto questi cambiamenti negli anni della propria formazione". 

Le opere selezionate per la rassenga affrontano  temi fondamentali del nostro tempo come la normalizzazione della violenza, l'identità di genere, le politiche dei confini, la privatizzazione della conoscenza, il limite tra reale e virtuale, il valore della memoria, la relazione tra uomo e animale e il senso di precarietà costante dell'esistenza.

In mostra si ritrovano elementi tecnici e concettuali tipici delle pratiche post-internet, come l'uso di realtà virtuale (Vr), immagini Cgi, videogiochi e video appropriati dalla rete, ma anche  artisti che concettualmente hanno deciso di distanziarsi da questo tipo di estetica, attraverso un linguaggio più cinematografico. 

La rassegna offre l'occasione di un confronto con le opere di 12 artisti under 35, selezionati attraverso un bando internazionale, che lavorano appunto con le immagini in movimento: Rebecca Jane Arthur (1984, Gran Bretagna/Belgio), Miguel Azuaga (1988, Spagna/Germania), Patrick Alan Banfield (1984, Gran Bretagna/Germania), Enar de Dios Rodriguez (1986, Spagna/Austria), Eva Giolo (1991, Belgio), Inas Halabi (1988, Palestina/Olanda), Polina Kanis (1985, Russia/Olanda), Adam Kaplan (1987, Israele/Germania), Valentina Knežević (1989, Croazia/Germania), Agnieszka Mastalerz (1991, Polonia/Germania), Jacopo Rinaldi (1988, Italia), Igor Simić (1988, Serbia).

"Promuovere i giovani artisti - spiega  Arturo Galansino, direttore generale della Fondazione Palazzo Strozzi  - è un'occasione che si pone coerentemente all'interno della politica culturale di Palazzo Strozzi, che è sempre di più punto di riferimento per l'arte del presente”.  "Lo Schermo dell'arte Film Festival rappresenta una realtà importante nel panorama culturale fiorentino, una delle tante eccellenze presenti in città con le quali Palazzo Strozzi ama collaborare da sempre”.

Ultima modifica il Martedì, 12 Novembre 2019 17:24


WEB-250x300.gif

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio