160x142-picasso.gif

Martedì, 04 Febbraio 2020 11:39

Leonardo e Guido da Vigevano, raffigurazione anatomica a confronto

Scritto da 

Dal 7 febbraio al 29 marzo 2020, la Sala Sottofedericiana della Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano ospita la mostra “Leonardo da Vinci e Guido da Vigevano. Anatomia in figure”, a cura di Paola Salvi

Leonardo da Vinci, Studio anatomico di gambe  pietra rossa, penna e inchiostro scuro su carta bianca con preparazione rossa sul recto ©Veneranda Biblioteca Ambrosiana/Mondadori Portfolio Leonardo da Vinci, Studio anatomico di gambe pietra rossa, penna e inchiostro scuro su carta bianca con preparazione rossa sul recto ©Veneranda Biblioteca Ambrosiana/Mondadori Portfolio

MILANO - La Sala Sottofedericiana della Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano ospita una esposizione che mette a confronto le figure di due geni del passato quali, il medico e progettista, Guido da Vigevano (1280-1349) e Leonardo da Vinci (1452-1519) e i loro metodi di raffigurazione anatomica.

La rassegna presenta la riproduzione delle 18 figure (in 16 tavole) del trattato Anothomia designata per figuras (1345) di Guido da Vigevano, accanto a una serie di riproduzioni di disegni anatomici di Leonardo da Vinci, realizzati tra il 1480 e il 1517 circa. Da alcuni di questi disegni del vasto repertorio anatomico di Leonardo, conservati nelle collezioni della Regina Elisabetta II d’Inghilterra nel Castello di Windsor, sono state ricavate cinque sculture, ideate da Paola Salvi e realizzate da Moreno Vezzoli, con la tecnica tradizionale della ceroplastica, per fare apprezzare la loro precisione anatomica e la bellezza artistica.

Come spiega infatti la curatrice della mostra, Paola Salvi, “si è voluto porre l’attenzione sulla bellezza artistica poiché Leonardo per conoscere l’interno del corpo umano ha praticato la dissezione, presumibilmente con l’assistenza di un ‘cerusico’, come era d’uso al tempo, ma con l’intento di superarla riportando le conoscenze acquisite alla vita del corpo in azione”. “I suoi disegni - aggiunge Salvi - seguono la fedeltà anatomica del corpo vivente, superano nella ricercatezza grafica ogni aspetto “macabro” e testimoniano non solo la realtà della rappresentazione anatomica, ma anche le teorie della sua epoca, quelle stesse che Leonardo visualizza laddove l’esperienza non gli permette di verificarle ed eventualmente confutarle”.

La mostra si completa con il modello ligneo del carro a vento di Guido, ideato come macchina da guerra ma che può essere ritenuto anche la prima auto-mobile della storia. 

Vademecum

Leonardo da Vinci e Guido da Vigevano. Anatomia in figure
7 febbraio – 29 marzo 2020
Milano, Sala Sottofedericiana dell‘Ambrosiana (ingresso da Piazza San Sepolcro)
La mostra è inclusa nel percorso di visita della Cripta di San Sepolcro e non comporta un sovrapprezzo rispetto al normale biglietto di ingresso della Cripta.
Orari:
Martedì - venerdì, dalle 12.00 alle 18.00
Sabato, domenica e festivi dalle 10.00 alle 18.00
Lunedì chiuso
Ingresso:
Biglietto speciale Cripta San Sepolcro, inclusa mostra + Sala Federiciana: intero €12,00, (acquistabile solo in loco, non sono previste ulteriori riduzioni)
Cripta San Sepolcro, inclusa mostra: intero, €8,00; ridotto, €6,00
Cripta San Sepolcro, inclusa mostra + Pinacoteca Ambrosiana: intero, €20,00; ridotto: €15.00
Informazioni: tel. 02.806921; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultima modifica il Martedì, 04 Febbraio 2020 11:44



250x300Haring.gif

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio