BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Domenica, 19 Luglio 2020 10:03

Il Rinascimento di Baldassarre Castiglione a Palazzo Ducale di Urbino

Scritto da 

Dal 19 luglio al 1° novembre 2020 la mostra “Baldassarre Castiglione e Raffaello. Volti e momenti della vita di corte", curata da Vittorio Sgarbi e Elisabetta Soletti,  racconta, in modo del tutto originale, la vicenda dell'autore di "Il cortigiano”, mantovano di origine ma urbinate d’adozione

Raffaello, Ritratto di Baldassarre Castiglione, 1516-19, riproduzione di FACTUM ARTE (Adam Lowe) - particolare Raffaello, Ritratto di Baldassarre Castiglione, 1516-19, riproduzione di FACTUM ARTE (Adam Lowe) - particolare

URBINO - Nell’anno raffaellesco, la città di Urbino ospita, negli spazi delle Sale del Castellare del Palazzo Ducale, una grande mostra che unisce il nome di Baldassarre Castiglione a quello di Raffaello. Questo - come evidenzia Elisabetta Soletti, che, con Vittorio Sgarbi ne è la curatrice - “significa dare il giusto rilievo al fondamentale contributo del sommo artista e del grande scrittore nella creazione del mito di Urbino e della sua corte nei primi decenni del Cinquecento. A entrambi infatti  - rammenta Soletti - si deve l’affermazione del primato culturale del Rinascimento italiano in tutta Europa. Il Cortegiano a lungo ha rappresentato il modello ideale dei valori della civiltà delle corti come è documentato dall’eccezionale successo editoriale dell’opera, che fu tradotta  in tutte le principali lingue nazionali, spagnolo, portoghese, francese, inglese, tedesco, polacco, un successo che conobbe una profonda e duratura fortuna fino al sc. XVIII”.

L’esposizione,  complessa nel tema e innovativa per le soluzioni tecnologiche, racconta  in modo del tutto originale, la vicenda di Baldassarre Castiglione, noto per essere autore de "Il cortigiano”, ma anche figura centrale del  Rinascimento europeo. Castiglione fu infatti letterato e diplomatico umanista e intellettuale finissimo, vicino a grandi artisti, Raffaello  in primis, ma anche a scrittori, intellettuali, regnanti e papi, da Guidobaldo da Montefeltro, Duca di Urbino, a Leone X, dei Medici, dagli Sforza ai Gonzaga a Isabella d’Este “prima donna del mondo”, dall’Imperatore Carlo V ad artisti, (Raffaello innanzitutto) come Leonardo, Tiziano, Giulio Romano e  intellettuali come Pietro Bembo e studiosi come Luca Pacioli.

Dalle Lettere di Castiglione si possono estrarre numerosi passi nei quali l’autore ricorda momenti della sua vita e del cenacolo di artisti e letterati negli anni trascorsi nelle corti di Urbino e di Roma. In essi si parla di parate e di fatti d’arme, di teatro e di musica, di cerimonie e di feste, si sottolinea l’importanza di vestire abiti eleganti, si elogia la studiata piacevolezza del discorrere nutrita dalla profonda conoscenza della cultura classica e moderna. Questi passi, che corrispondono alle qualità del perfetto cortigiano via via elencate nel dialogo, introducono le sette sezioni della mostra. 

In ognuna di esse sono presenti opere straordinarie, integrate attraverso soluzioni multimediali che ampliano il racconto, offrendo ulteriori chiavi di lettura, agendo su immagini e stimoli visivi ed emotivi. 

Vademecum

“Baldassarre Castiglione e Raffaello. Volti e momenti della vita di corte"
dal 19 Luglio al 1 Novembre 2020
URBINO | PESARO E URBINO
Palazzo Ducale
piazza Rinascimento 13
http://www.vieniaurbino.it

 

Ultima modifica il Domenica, 19 Luglio 2020 10:09


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio