160x142-banksy-palermo.gif

Giovedì, 17 Settembre 2020 13:32

I disegni giovanili di Le Corbusier al Teatro dell’architettura Mendrisio

Scritto da 

Da sabato 19 settembre 2020 a domenica 24 gennaio 2021, un’ampia rassegna con più ottanta disegni originali inediti appartenenti a collezioni private e pubbliche svizzere e con numerose riproduzioni di disegni provenienti dalla Fondation Le Corbusier di Parigi

Mostra “I disegni giovanili di Le Corbusier. 1902-1916” | © Enrico Cano Teatro dell’architettura Mendrisio, interno, Università della Svizzera italiana | Architetto: Mario Botta Mostra “I disegni giovanili di Le Corbusier. 1902-1916” | © Enrico Cano Teatro dell’architettura Mendrisio, interno, Università della Svizzera italiana | Architetto: Mario Botta

MENDRISIO - Il Teatro dell'architettura Mendrisio presenta la mostra “I disegni giovanili di Le Corbusier. 1902-1916”, promossa dalla Fondazione Teatro dell’architettura, con la collaborazione dell’Accademia di architettura dell’Università della Svizzera italiana a Mendrisio.

La rassegna, a cura di  Danièle Pauly, presenta oltre 80 disegni provenienti da collezioni private e pubbliche svizzere e sono in gran parte inediti: il pubblico avrà così per la prima volta l’opportunità di conoscere un eccezionale corpus di documenti rari.

Le opere selezionate testimoniano l’importanza che fin dagli esordi Le Corbusier ha attribuito al disegno, considerato un modo per avvicinarsi alla realtà e uno strumento di osservazione. Un esempio sono gli studi sulla natura, realizzati dal 1902 al 1905, durante i primi anni di scuola. 

Il disegno è dunque per il futuro architetto uno strumento di analisi e di ricerca, come emerge anche dai fogli realizzati nei musei parigini, o nei primi disegni di architettura prodotti a La Chaux-de-Fonds tra il 1905 e il 1907. Schizzi e disegni sono infine per Le Corbusier sia uno strumento al servizio della memoria, eseguiti su taccuini nel corso dei suoi viaggi, ma anche occasione di espressione lirica, come testimoniano i suoi acquerelli, i gouaches di paesaggi e di nudi femminili realizzati dopo il suo ritorno in Svizzera nel 1912.

La mostra è suddivisa in diverse sezioni a partire dagli anni di formazione scolastica, caratterizzata da meticolosi disegni a matita con soggetti naturalistici, piccoli acquerelli di paesaggi, studi decorativi per oggetti di artigianato con motivi Art Nouveau, per proseguire con il periodo dei viaggi e dei vari soggiorni nelle capitali europee. 

L’ultima sezione della mostra racconta invece del ritorno a La Chaux-de-Fonds (1912-1916), periodo durante il quale Le Corbusier insegna, intraprende l’attività di architetto e si dedica alla pittura e al disegno di una serie di paesaggi, ritratti, scene di famiglia, di nudi femminili e di nature morte, che già preannunciano i soggetti della seconda fase della sua produzione artistica, dove prevarrà il lavoro di ispirazione purista.

La mostra è organizzata in occasione della pubblicazione del primo volume del Catalogue raisonné des dessins de Le Corbusier, curato da Danièle Pauly, edito da AAM-Bruxelles in coedizione con la Fondation Le Corbusier e con il contributo della Fondazione Teatro dell'architettura di Mendrisio.

Vademecum

“I disegni giovanili di Le Corbusier. 1902-1916”
19 settembre 2020 – 24 gennaio 2021
A cura di Danièle Pauly 
Teatro dell’architettura Mendrisio
Via Turconi 25 - 6850 Mendrisio, Svizzera
Calendario e orari di apertura:
Mostra “I disegni giovanili di Le Corbusier. 1902-1916”
19 settembre 2020 – 24 gennaio 2021
·          martedì / mercoledì / giovedì / venerdì: 14.00-18.00
·          sabato / domenica: 10.00-18.00
·          per informazioni su aperture e chiusure speciali: http://www.arc.usi.ch/tam
Contatti e informazioni
Tel.: +41 58 666 5867   -   E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ingressi mostra “I disegni giovanili di Le Corbusier. 1902-1916”
·          Intero: CHF/Euro 10.-
·          Ridotto: CHF/Euro 7.- (Studenti con tessera, FAI Italia, FAI Swiss, OTIA, AVS/AI, gruppi)
·         Ingresso gratuito: Studenti, collaboratori e docenti USI-SUPSI, Amici dell’Accademia di architettura, tutti sotto i 18 anni e tutti gli studenti delle scuole del Cantone Ticino.

 

Ultima modifica il Giovedì, 17 Settembre 2020 13:33


300x250-banksy-palermo.gif

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio