160x142-banksy-palermo.gif

Mercoledì, 23 Dicembre 2020 14:54

Tiepolo in versione virtuale alle Gallerie d’Italia di Milano

Scritto da 

Un 3D virtual tour, realizzato in collaborazione con Skira, che consente di vivere online l'esposizione ''Tiepolo. Venezia, Milano, l'Europa'', chiusa pochi giorni dopo l'inaugurazione in ottemperanza alle misure di contrasto e contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid

Giambattista Tiepolo   Trionfo delle arti e delle scienze, 1731 ca.  olio su tela, 55,5 x 72 cm Giambattista Tiepolo Trionfo delle arti e delle scienze, 1731 ca. olio su tela, 55,5 x 72 cm

MILANO - Le Gallerie d'Italia di Milano di Intesa San Paolo riaprono virtualmente le porte del museo grazie e presentano un 3D virtual tour, realizzato in collaborazione con Skira, che permette di ammirare online l'esposizione "Tiepolo. Venezia, Milano, l'Europa", aperta lo scorso 30 ottobre e chiusa pochi giorni dopo l'inaugurazione, in ottemperanza alle misure di contrasto e contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid. 

Dal sito di Gallerie d'Italia è quindi ora possibile visitare virtualmente la mostra e soffermarsi su tutte le opere presenti nel percorso espositivo, pensato dai curatori, Fernando Mazzocca e Alessandro Morandotti, con il coordinamento generale di Gianfranco Brunelli. 

La mostra è  suddivisa in diverse sezioni e si apre con le opere degli anni della formazione di Tiepolo, tra cui è possibile ammirare capolavori straordinari dalle giovanili mitologie delle Gallerie dell’Accademia di Venezia, al Martirio di San Bartolomeo realizzato nel 1722 per la chiesa di San Stae a Venezia –  vero e proprio museo della pittura veneziana del primo Settecento – esposto accanto al coevo Martirio di San Jacopo del Piazzetta, realizzato per lo stesso cantiere.

Seguono i grandi cicli di tele per i palazzi veneziani fatti decorare dalle ambiziose famiglie di nuova nobilitazione, i Sandi, gli Zenobio, che suggellano gli anni della prima maturità di Tiepolo, capace di orchestrare composizioni a molte figure e di rielaborare le storie antiche con capriccio e fantasia. 

Si prosegue con le diverse tappe milanesi  (1730-1731, 1737 e 1740).  La mostra permette di ammirare una serie di opere restaurate per l’occasione, normalmente poco o per nulla accessibili al pubblico, quali gli affreschi della basilica di Sant’Ambrogio e quello eseguito per Palazzo Gallarati Scotti. I due affreschi staccati eseguiti per Sant’Ambrogio raccontano eventi sacri con i toni epici del grande pittore di storia, mentre l’allegoria di Palazzo Gallarati Scotti esibisce un’invenzione aerea che Tiepolo riproporrà con varianti in molte opere successive.

Sarà possibile seguire le fasi preparatorie dell’affresco per la Galleria al piano nobile di Palazzo Clerici attraverso alcuni disegni e un meraviglioso bozzetto proveniente dal Kimbell Art Museum di Fort Worth (Stati Uniti).

Le produzioni tedesche sono esemplificate dal bozzetto per una sala della Residenza di Würzburg proveniente da Stoccarda, e dalla libera reinvenzione di un soggetto pensato, in accordo con l’amico Francesco Algarotti, per l’elettore di Sassonia e re di Polonia Augusto III: il Banchetto di Antonio e Cleopatra, qui documentato nella variante della National Gallery di Londra.

Gli anni della Germania e della Spagna sono gli anni della stretta collaborazione tra Tiepolo e i figli, particolarmente con Giandomenico: la mostra si chiude emblematicamente su un confronto tra padre e figlio, con il San Francesco d'Assisi riceve le stimmate di Tiepolo senior del Museo del Prado da una parte e Abramo e gli angeli delle Gallerie dell’Accademia di Venezia, di Giandomenico dall’altra. 

La visita interattiva è arricchita da alcuni video di approfondimento su un nucleo selezionato di opere e integrata da un'innovativa esperienza audio immersiva grazie alla quale, attraverso la voce di Giandomenico Tiepolo, si possono scoprire la vita e le più significative opere in mostra del genio settecentesco. Il virtual tour è disponibile al link: https://www.gallerieditalia.com/virtual-tour/tiepolo/

 

Ultima modifica il Mercoledì, 23 Dicembre 2020 14:57


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio