WEB-160x142.gif

Mercoledì, 28 Settembre 2016 09:23

La Divina Commedia di Venturino Venturi a Villa Bardini

Scritto da 

Dal 29 settembre una rilettura in chiave contemporanea del capolavoro di Dante attraverso un percorso interattivo ed immersivo accompagnato dalla voce narrante di Pierfrancesco Favino  

FIRENZE -  In esposizione per la prima volta 54 opere su carta disegnate da Venturi nei primi anni ‘80, ideate insieme al poeta dell’ermetismo Mario Luzi, in cui sono rappresentate alcune terzine della Divina Commedia, scelte dallo stesso Luzi con lo scrittore e saggista Giancarlo Buzzi. Le opere erano destinate a comporre una edizione della Divina Commedia realizzata nel 1984 da Edizioni Pananti Firenze in occasione dei settecentoventi anni dalla nascita del sommo poeta, che cadeva nel 1985.

Installazioni multimediali riproducono l’immaginario dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso, partendo dalle illustrazioni di Botticelli del classico dantesco arrivando alle opere di Venturi, il tutto reso ancor più suggestivo e coinvolgente dalla voce narrante di Pierfrancesco Favino. 

"È una mostra molto bella perché unisce l'arte contemporanea di Venturino Venturi alla Divina Comedia, a Mario Luzi, davvero ci sono molte cose che la legano a Firenze ma che la uniscono al futuro". In questo modo  il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, ha commentato la preview della mostra.

L'esposizione, ospitata dal 29 settembre 2016 al 26 febbraio 2017, è curata da Lucia Fiaschi, direttrice dell’Archivio e del Museo Venturino Venturi, ed è sostenuta e promossa da Generali Italia attraverso “Valore Cultura”, un programma che su tutto il territorio italiano intende promuovere la cultura in maniera accessibile, soprattutto per il pubblico più giovane.  Philippe Donnet, Amministratore Delegato e Group CEO di Generali ha commentato: "Da sempre Generali è impegnata nella promozione dell'arte e della cultura, su tutto il territorio italiano, una cosa giusta da fare perché noi abbiamo una presenza capillare su tutto il territorio. Questa bellissima mostra di Venturino Venturi unisce due artisti toscani, lui e Dante Alighieri, ed era giusto organizzarla in un luogo di Firenze. Abbiamo voluto anche un focus particolare sui giovani, permettendo loro di comprendere l'opera con contenuti multimediali".  Anche per questo motivo la mostra sarà accompagnata da un ricco e articolato programma di attività dedicate agli studenti: visite guidate e laboratori didattici per tutte le scuole. Si aggiungono inoltre workshop e seminari di grafica e fotografia per i licei che coinvolgeranno gli studenti nella produzione di un e-printing sulla Divina Commedia e in altre mostre su questo tema, presso gli istituti che aderiscono all’iniziativa.

“Perché Dante non stanca mai e sembra sempre di leggerlo la prima volta? Perché Dante è attuale, non evocativo o celebrativo, ma in atto”S. Verdino, Luzi da Leopardi a Dante, in «Cuadernos de Filologia Italiana», Madrid, Universidad Complutense, 2011, vol.18, p. 200

Vademecum

Dal 29 Settembre 2016 al 26 Febbraio 2017
Firenze, Villa Bardini
Info: ingresso gratuito
+39 055 20066206
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
http://www.bardinipeyron.it

Ultima modifica il Mercoledì, 28 Settembre 2016 09:23


WEB-250x300.gif

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio