555400000.jpg

Mercoledì, 04 Gennaio 2017 18:06

Al Macro Testaccio "The Night Illuminates the Night" la personale di Rafael Y. Herman

Scritto da 

La mostra dell'artista israeliano si presenta come una grande installazione ambientale in cui dallo spazio buio emergono le opere che si rivelano come epifanie

The Night Illuminates the Night  è il titolo della  personale di Rafael Y. Herman a cura di Giorgia Calò e Stefano Rabolli Pansera, che sarà ospitata nella sede di MACRO Testaccio dal 25 gennaio al 26 marzo 2017.  Nella dialettica fra tenebre e luce, infatti, si sviluppa la poetica di Rafael Y. Herman il cui sguardo rivela un nuovo approccio alla realtà che nasce e si struttura nell’oscurità.   

The Night Illuminates the Night  è infatti il risultato di un lavoro iniziato dall’artista nel 2010 e portato a compimento nel 2016. Durante questo periodo Rafael Y. Herman ha cercato di stabilire un dialogo con i grandi maestri della tradizione occidentale che hanno rappresentato nel corso dei secoli la Terra Santa, pur non avendola mai visitata, ma ispirandosi alle fonti bibliche e letterarie. Herman ha voluto ripercorrere questa tradizione con il proprio metodo, basato sullo scatto notturno senza ausili elettronici e manipolazioni digitali. Si è così voluto porre nella condizione di voluta cecità in modo da non poter vedere il paesaggio. L’artista in questo modo accede a un modo nuovo attraverso lo scatto fotografico notturno e mediante lo sviluppo della pellicola nell’oscurità del laboratorio. Herman ha sviluppato la propria ricerca notturna attraverso la scoperta di tre diversi ambienti: la Foresta della Galilea, i campi dei Monti della Giudea e il Mar Mediterraneo. Le immagini ottenute sono un invito alla riflessione sull’invisibile o come lui stesso lo definisce il “non visto” e sulla differenza che si dischiude fra ciò che è reale e ciò che invece è solo percepito. Il risultato di questa sperimentazione dell’artista è un lavoro straordinario nella cromia innaturale, e nelle forme evanescenti che sembrano emergere da un luogo e un tempo altro dove i colori non sono reali, il tempo sembra essere dilatato e le immagini appaiono oscure. O forse abbaglianti.

In occasione della mostra verrà presentato il libro d’artista, edito da Mousse, con testi critici di Giorgia Calò, Stefano Rabolli Pansera, Chiara Vecchiarelli e Arturo Schwarz.

Vademecum

MACRO Testaccio 
Padiglione 9A
Piazza Orazio Giustiniani, 4 – Roma
Orario: da martedì a domenica, ore 14.00-20.00 (la biglietteria chiude 30 minuti prima)
Chiuso il lunedì
Biglietto MACRO Testaccio:
Tariffa intera: non residenti 6,00 €, residenti 5,00 €
Tariffa ridotta: non residenti 5,00 €, residenti 4,00 €
Biglietto cumulativo MACRO via Nizza + MACRO Testaccio
Tariffa intera: non residenti 13,50 €, residenti 12,50 €
Tariffa ridotta: non residenti 12,50 €, residenti 11,50 €
Informazioni sugli aventi diritto alle riduzioni: www.museomacro.org
INFO: 060608
www.museomacro.org

 

Ultima modifica il Mercoledì, 04 Gennaio 2017 18:13

300X300.jpg

Flash News

Attualità*