160x142-banksy-palermo.gif

Venerdì, 05 Maggio 2017 11:35

A Palazzo Cipolla di Roma la grande retrospettiva dedicata ad Arman

Scritto da 

In esposizione circa settanta opere dell’artista dagli esordi negli anni cinquanta ai primi anni del duemila. La mostra è anche arricchita dalla presenza dei più recenti lavori monumentali, a mostrare l’ironia del suo muoversi nella contemporaneità

Schmilblic, 1990
 Macchina da luna park a fette  (Sliced Menagerie car)
 16 x 50 x 180 cm (6,3 x 19,69 x 70,87 in) Schmilblic, 1990
 Macchina da luna park a fette (Sliced Menagerie car)
 16 x 50 x 180 cm (6,3 x 19,69 x 70,87 in)

ROMA - A quindici anni dall’ultima antologica in Italia dedicata ad Arman, l’artista francese naturalizzato americano, apre il 5 maggio a Palazzo Cipolla di Roma, la retrospettiva “Arman 1954-2005”, a cura di Germano Celant

In esposizione circa settanta opere dell’artista dagli esordi negli anni cinquanta ai primi anni del duemila. Si tratta di un percorso che cerca di ricostruire la ricca poetica che Arman ha attuato nel corso di cinquant’anni di attività, lavorando intensamente sia per serie sia con opere singole alla costruzione di un corpus articolato tra pittura e scultura, assemblage e ready-made, senza dimenticare il disegno e l’azione.

La mostra è anche arricchita dalla presenza dei più recenti lavori monumentali, a mostrare l’ironia del suo muoversi nella contemporaneità, con lo straordinario eclettismo nell’uso di diversi media e la curiosità sempre rinnovata per le differenti sperimentazioni artistiche. 

Il Prof. Avv. Emmanuele F. M. Emanuele, Presidente della Fondazione Terzo Pilastro, Italia e Mediterraneo, che promuove l’esposizione, afferma: “Sono davvero lieto di ospitare a Palazzo Cipolla questa retrospettiva di Arman, a distanza di ben tre lustri dall’ultima esposizione a lui dedicata nel nostro Paese. Ho avuto modo di conoscere personalmente l’artista attraverso l’amico gallerista Giorgio Marconi durante gli anni della mia gioventù a Milano, quegli indimenticabili anni Sessanta in cui la città era un grande laboratorio, e la vitalità di una società in rapida evoluzione economica e culturale trovava la propria espressione in una scena artistica dinamica e internazionale. Arman fu un autorevole esponente di quel Nouveau Réalisme che – come per il New Dada e la Pop Art – ha fatto un uso assiduo del recupero dell'oggetto, anche del più dozzinale o di quello ridotto ormai ad un rifiuto, con intenti compositivi stupefacenti, spesso ironici ed a volte anche giocosi.”.

La mostra, realizzata in collaborazione con Marisa Del Re, la Arman Marital Trust, Corice Arman Trustee e con il supporto tecnico di Civita, è accompagnata da una monografia pubblicata da Silvana Editoriale, che ricostruisce cinquant’anni di creatività attraverso la cronologia storico-contestuale e quella dell’artista, correlate dalle immagini di opere e documenti, fotografie personali e testi di poetica di Arman.

Vademecum

Arman 1954-2005
5 maggio – 23 luglio 2017
Roma, Palazzo Cipolla
Via del Corso 320
Orari
Tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle ore 10,00 alle ore 20,00.
La biglietteria chiude un’ora prima
Biglietti 
Intero € 10,00
Ridotto € 8,00
valido per giovani fino a 26 anni, adulti oltre i 65 anni, forze dell’ordine e militari con tessera di riconoscimento, studenti universitari con libretto, giornalisti con tesserino, titolari di apposite convenzioni
Ridotto gruppi € 5,00
(minimo 10 –es. 11°gratuito per l’accompagnatore- massimo 25 partecipanti- es.26°gratuito per l’accompagnatore)
Biglietto gratuito
bambini sotto i 6 anni, visitatori diversamente abili (incluso 1 accompagnatore),
1 accompagnatore per ciascun gruppo prenotato, 2 docenti accompagnatori per ciascuna scolaresca, membri ICOM, Guide Turistiche Regione Lazio con patentino ( si concede un solo ingresso)
INFO: 
www.fondazioneterzopilastro.it
www.mostraarman.it
Tel. 06 22761260

 

Ultima modifica il Venerdì, 05 Maggio 2017 10:28


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio