160x142-02.jpg

Giovedì, 07 Settembre 2017 13:12

Urs Fischer a Firenze: rivoluzione contemporanea a piazza della Signoria

Scritto da 

"In Florence" prevede l'esposizione di una grande scultura metallica alta 12 metri e di due statue in cera, che rappresentano il curatore Bonami e Fabrizio Moretti del BIAF, che si scioglieranno in un mese

FIRENZE - Ancora una volta Urs Fischer rischia di provocare e di lasciare interdetta l'intera Firenze, con il progetto espositivo che dal 22 settembre, diventerà protagonista nel cuore della città medicea, in quella piazza della Signoria centro nevralgico della vita cittadina antica e moderna. Una grande scultura, Big Clay #4, realizzata in metallo e alta circa 12 metri, campeggerà al centro della piazza mentre, mentre per completare il progetto, due statue in cera, che rappresentano il curatore Francesco Bonami e il Segretario Generale BIAF Biennale Internazionale d’Antiquariato di Firenze Fabrizio Moretti, si scioglieranno lentamente durante tutta la durata della mostra simboleggiando la finitezza umana e la durevolezza dell’arte. Lo scioglimento, secondo le previsioni, durerà circa un mese. 

A due anni di distanza, Piazza Signoria ospita nuovamente In Florence, un grande evento di arte contemporanea ideato da Fabrizio Moretti e Sergio Risaliti, promosso dal Comune di Firenze e organizzato in concomitanza con la Biennale Internazionale d’Antiquariato di Firenze, giunta alla sua XXX edizione. Dopo la celebre star Jeff Koons, ospite di Firenze nel 2015, il protagonista assoluto della seconda edizione di In Florence sarà la volta dello svizzero Urs Fischer, tra i grandi artisti del panorama mondiale. Il progetto - a cura di Francesco Bonami - consiste, come di rito, nella presentazione di un’opera monumentale all’interno di quello straordinario museo della scultura a cielo aperto che è Piazza Signoria, in un contrasto quantomeno provocante tra antico e contemporaneo. L’organizzazione dell’evento è seguita dall’Associazione Mus.e.

“Negli ultimi anni – commenta il Sindaco di Firenze, Dario Nardella, “ci siamo cimentati in mostre internazionali pensate per la nostra città dai grandi artisti del mondo, creando cortocircuiti ed esperienze dialettiche anche spiazzanti tra antico e contemporaneo, tra linguaggi e stili, tecniche e materiali, con l’intento di incuriosire e restituire un poco di vitalità allo sguardo, molte volte disabituato a scoprire il nuovo perfino nell’antico.  Dobbiamo sfidare i pregiudizi e le ideologie di comodo, godiamoci con stupore e sorpresa le opere di Urs Fischer, artista neo-rinascimentale. Una grande occasione per continuare con coraggio e determinazione nel percorso intrapreso due anni fa assieme alla Biennale Internazionale dell'Antiquariato. Siamo pronti ad accogliere l'energia poetica di questo straordinario artista, assieme alle emozioni e discussioni che le sue invenzioni provocheranno. Firenze ormai si è aperta al contemporaneo, è un laboratorio e non vuole ridursi a essere una bella vetrina, una città museificata. Vogliamo essere  protagonisti del presente per non ridurre l'aureo rinascimento a un fossile del passato".

 “Guardiamo bene le opere di Urs Fischer” – è l’invito di Sergio Risaliti – “andiamo oltre il loro primo impatto clamoroso. Esistono nessi sottili e collegamenti con il passato più glorioso, con il familiare e il quotidiano, con i primi gesti artistici o infantili, con il senso dell'arte e quello della nostra effimera esistenza che le rende assolutamente struggenti e travolgenti ad un tempo. Fischer è uno svizzero visionario, romantico, ironico, colto e popolare. Combina il monumentale con il ludico, il totemico con il  burlesco. Perfetto per quel teatro dell'arte e della politica che è Piazza Signoria.”

Felice dell’operazione il Segretario Generale BIAF, Fabrizio Moretti: “portare Fisher a Firenze per me è una grandissima soddisfazione: artista di cui ho amato sempre il lavoro per la spiccata genialità. Ricordiamoci che l'artista svizzero, è una delle poche star nel panorama dell'arte di oggi! Sono fortunato a collaborare con un Sindaco illuminato, che ama confrontarsi con il contemporaneo e quindi rischiare."

 

Vademecum

IN FLORENCE 
URS FISCHER
 Piazza Signoria
22 Settembre 2017 - 21 gennaio 2018
Promossa dal Comune di Firenze
e Biennale Internazionale di Antiquariato di Firenze
Ideazione del progetto e direzione artistica
Fabrizio Moretti e Sergio Risaliti
Mostra a cura di Francesco Bonami
Organizzazione Mus.e

  

Ultima modifica il Giovedì, 07 Settembre 2017 13:33

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio