BANNER_WEB_160X142.jpg

Lunedì, 13 Novembre 2017 14:12

Il collezionismo internazionale nella Roma del Vittoriano

Scritto da 

Le vicende del collezionismo internazionale nella Roma del primo '900 rivivono nella grande mostra che, dal 7 dicembre al 4 marzo 2018, viene ospitata a Palazzo Venezia e alle Gallerie Sacconi nel complesso del Vittoriano

Nicola D'Asnasch,  Ritratto di Federico e Irene Perkins, 1922 Olio su tavola, cm 51,50 x 80,50 x 5,50 Assisi, Museo del Tesoro della Basilica di San Francesco Nicola D'Asnasch, Ritratto di Federico e Irene Perkins, 1922 Olio su tavola, cm 51,50 x 80,50 x 5,50 Assisi, Museo del Tesoro della Basilica di San Francesco

ROMA - Sono le due sedi di Palazzo Venezia e delle Gallerie Sacconi nel complesso del Vittoriano ad ospitare Voglia d’Italia. Il collezionismo internazionale nella Roma del Vittoriano, la grande mostra che racconta le atmosfere e le vicende del collezionismo internazionale, con particolare riferimento a quello anglo-americano. 

Si tratta di una iniziativa promossa e organizzata dal Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, che spiega: “La mostra si pone come un momento chiave nella strategia del Polo Museale del Lazio. Rigorosamente site-specific e contraddistinta da un rimarchevole impegno culturale, essa sottolinea il rientro nel circuito del grande pubblico di Palazzo Venezia e del Vittoriano”.

L’esposizione, a cura di Emanuele Pellegrini, si avvale di un comitato scientifico di alto profilo, del quale fanno parte Francesca Baldry, Roberto Balzani, Flavio Fergonzi, Annamaria Giusti, Donata Levi e Carl Brandon Strehlke.

Scopo principale della mostra è illustrare le dinamiche di quella particolare forma di collezionismo che tra '800 e '900 si legò così intimamente all'Italia, fino a concretizzarsi spesso nella donazione allo Stato di singole opere o di intere collezioni.

Un’occasione per il pubblico di poter ammirare in particolare la collezione Wurts, raccolta dai coniugi statunitensi George Washington Wurts ed Henriette Tower e donata allo Stato italiano, per l’esattezza al museo di Palazzo Venezia, dove tuttora è conservata. Il contesto entro cui fiorì la passione dei Wurts per il collezionismo trova la sua collocazione ideale nelle Gallerie Sacconi del Vittoriano. 

L’inedito percorso espositivo si sviluppa anche in ambienti di solito non accessibili al pubblico e appena restaurati, fra cui le Gallerie Sacconi appunto, restituendo visibilità all’architettura interna del monumento. 

Da semplice teatro, o ‘contenitore’, il Vittoriano diviene così parte integrante e partecipe della mostra.

Vademecum

Voglia d’Italia. Il collezionismo internazionale nella Roma del Vittoriano
7 dicembre 2017 – 4 marzo 2018
Sedi e orari
ROMA
Palazzo Venezia
Ingresso da Piazza Venezia
Martedì/Domenica 8.30 - 19.30 (chiuso il lunedì)
La biglietteria chiude un’ora prima
Gallerie Sacconi al Vittoriano
Ingresso da Piazza Venezia e da Via del Teatro di Marcello (lato Aracoeli)
Tutti i giorni 9.30 - 19.30
La biglietteria chiude un’ora prima
Modalità di visita
La mostra è allestita in due sedi, a Palazzo Venezia e nelle Gallerie Sacconi al Vittoriano.
Durante la sua apertura al pubblico è istituito un biglietto unico, valido 7 giorni: il biglietto consente di visitare le due sezioni della mostra, Palazzo Venezia e di accedere agli ascensori panoramici del Vittoriano.

Biglietti 

Biglietto unico valido 7 giorni per le due sezioni della mostra, Palazzo Venezia e ascensore panoramico del Vittoriano:
• Intero € 10,00
• Ridotto € 5,00
• Gratuito: riservato alle categorie previste dalla legge e consultabili sulla pagina ufficiale del MiBACT www.beniculturali.it
Ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese.
Audioguida
È disponibile un’audioguida gratuita della mostra sia a Palazzo Venezia che al Vittoriano
Info e prenotazioni
www.gebart.it
+39 06 32810
(dal lunedì al venerdì ore 9 - 18 e il sabato ore 9 - 13)
www.mostravogliaditalia.it

Ultima modifica il Lunedì, 13 Novembre 2017 14:33

300x240.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio