BANNER_WEB_160X142.jpg

Sabato, 18 Novembre 2017 19:36

"Pompei@Madre", archeologia e contemporaneo in mostra al MADRE di Napoli

Scritto da 

Circa 400 pezzi archeologici di provenienza pompeiana, alcuni dei quali poco conosciuti, in dialogo con le opere di artisti contemporanei della collezione del museo

Olla per la bollitura degli alimenti dalla Casa di Lollius Synhodus e situla per attingere l’acqua dalla Bottega del Sarum con lapilli dell’eruzione del Vesuvio - I secolo d.C. bronzo - Courtesy Parco Archeologico di Pompei Foto: Amedeo Benestante Olla per la bollitura degli alimenti dalla Casa di Lollius Synhodus e situla per attingere l’acqua dalla Bottega del Sarum con lapilli dell’eruzione del Vesuvio - I secolo d.C. bronzo - Courtesy Parco Archeologico di Pompei Foto: Amedeo Benestante

NAPOLI - E’ stata inaugurata nei saloni del Madre - Museo d'arte contemporanea Donnaregina di Napoli, alla presenza del ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini e del governatore della Campania Vincenzo De Luca,  la mostra Pompei@Madre. Materia Archeologica: Le Collezioni, a cura di Massimo Osanna, direttore del del Parco Archeologico di Pompei, Andrea Viliani, direttore del Madre e Luigi Gallo per la sezione moderna.

Il progetto, nato dalla collaborazione tra il Parco Archeologico di Pompei e il Madre, rappresenta una sorta di passeggiata nel tempo e nello spazio. Circa 400 pezzi archeologici di provenienza pompeiana, alcuni dei quali poco conosciuti, sono messi a confronto con le opere di artisti contemporanei della collezione del museo, come Daniel Buren, Francesco Clemente, Sol LeWitt, Mimmo Paladino, Andy Warhol, Mimmo Iodice, Goshka Macuga, Rauschenberg e Kounellis, solo per citarne alcuni.

Il risultato è un inedito e intrigante dialogo tra un grandioso passato remoto e un presente contemporaneo, qualche volta trascurato, come ha rammentato il ministro Franceschini. ”Penso che oggi abbiamo inaugurato al Madre la mostra più importante dell'anno in Italia, un esempio virtuoso di collaborazione tra istituzioni che mette assieme Pompei e il museo Madre, l'antico con il contemporaneo - ha sottolineato Franceschini, aggiungendo - stiamo cercano di recuperare un errore gravissimo: per anni abbiamo colpevolemente considerato un compito assorbente la valorizzazione del patrimonio del passato, che abbiamo trascurato il contemporaneo”. Il ministro ha infine aggiunto “mi piacerebbe fare una operazione inversa e portare un po’ di contemporaneo a Pompei”.

Pompei@Madre. Materia Archeologica evoca dunque un ipotetico museo diffuso in cui passato, presente e futuro si uniscono per raccontare un'unica storia, quella della perdurante contemporaneità della materia archeologica pompeiana, destinata a essere sempre "riscoperta" da ogni nuova generazione.
La mostra, visitabile fino al 24 settembre 2018, è accompagnata da un catalogo edito da Mondadori Electa.

Vademecum

Madre · museo d'arte contemporanea Donnaregina 
via Settembrini, 79 
80139 Napoli
INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI 
T. +39.081.197.37.254
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.madrenapoli.it
ORARIO DI APERTURA
lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato: ore 10.00 - 19.30
domenica: ore 10.00 - 20.00
chiuso il martedì

Ultima modifica il Sabato, 18 Novembre 2017 19:50

Banner  250x300.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio