160x142-haring-proroga.gif

Lunedì, 29 Gennaio 2018 11:09

La Normandia, culla dell’Impressionismo, in mostra al Forte di Bard

Scritto da 

Attraverso un corpus di circa 70 opere, l’esposizione “Luci del Nord. Impressionismo in Normandia” racconta la nascita, a partire dai primi decenni dell’Ottocento, della pittura di impressione, che darà vita al movimento dell’Impressionismo così come lo conosciamo

Gustave Courbet, La Plage a Trouville, 1865 Gustave Courbet, La Plage a Trouville, 1865

AOSTA - E’ in Normandia che prende vita il fenomeno artistico conosciuto come Impressionismo. Legato a una visione più realistica e aderente alla natura, il movimento impressionista porta gli artisti a lavorare en plein air, complice anche la diffusione della pittura a olio in tubetti di metalli facili da trasportare. 

La Normandia esercita una irresistibile forza di attrazione tra gli artisti del XIX secolo, a partire dalla scoperta che ne fecero i pittori e gli acquarellisti inglesi che attraversarono la Manica per studiare il paesaggio, le rovine e i monumenti in terra francese. E' infatti una regione in cui la natura, come afferma il curatore della mostra dal titolo “Luci del Nord. IMPRESSIONISMO IN NORMANDIA”,  Alain Tapié, possiede una sua propria ‘fisicità’ vera e vibrante. Una regione di mare e di terra, ricca e rigogliosa ma anche aspra e cupa, caratterizzata da cieli plumbei, nebbie dense, mari in tempesta, alte scogliere battute dal vento e dalle onde, accanto a tranquille distese di frutteti, stradine di campagne e rassicuranti fattorie con tetti di paglia. 

La mostra, che raccoglie un nucleo di circa 70 opere di autori quali Monet, Renoir, Bonnard, Boudin, Corot, Courbet, Daubigny, ma anche Delacroix, Dufy, Gericault, provenienti dall’Association Peindre en Normandie di Caen, dal Museo del Belvedere di Vienna, dal Musée Marmottan di Parigi e dal Musée Eugène Boudin di Honfleur, racconta lo strenuo impegno di questi artisti di restituire la verità di ciò che i loro occhi vedevano nel momento stesso in cui ciò accadeva, avendo appunto come palcoscenico la Normandia. 

Si tratta di un progetto inedito ed originale, promosso dall’Associazione Forte di Bard con la collaborazione di Ponte Organisation für kulturelles Management GmbH di Vienna,  che sarà ospitato al Forte di Bard dal 3 febbraio al 17 giugno.

Arricchisce l’ampia rassegna un catalogo edito dal Forte di Bard.

Vademecum

Associazione Forte di Bard
T. + 39 0125 833811 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | www.fortedibard.it
Prenotazione visite e laboratori didattici
T. + 39 0125 833818
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tariffe
Intero: 8,50 euro
Ridotto: 6,50 euro
Scuole: 5,00 euro
Audioguida: 3,50 (coppia 5,00)
Cumulativo con la mostra Wildlife Photographer of the Year
Intero: 13,00 euro
Ridotto: 11,00 euro
Ridotto scuole: 8,00 euro
Orari martedì-venerdì: 10.00-18.00
Sabato, domenica e festivi: 10.00-19.00
Lunedì chiuso ad eccezione del 30 aprile 2018.
La Biglietteria chiude 45 minuti prima.

 

Ultima modifica il Lunedì, 29 Gennaio 2018 12:27




300x250-banksy-proroga.gif

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio