160x142_canaletto_2.jpg

Venerdì, 02 Febbraio 2018 12:57

Prorogata fino al 5 marzo 2018 la mostra di Jim Dine all’Accademia di San Luca

Scritto da 

L’esposizione celebra l’elezione di Jim Dine ad Accademico di San Luca, rappresentando il vicendevole omaggio che l’artista e l’istituzione si scambiano

Foto Andrea Veneri Foto Andrea Veneri

ROMA - Grande successo per la mostra JIM DINE. HOUSE OF WORDS. The Muse and Seven Black Paintings”, ospitata allAccademia Nazionale di San Luca,  che ha infatti deciso di prorogarne l’apertura al pubblico fino a lunedì 5 marzo 2018.

Artista complesso e grande sperimentatore, Dine sin dagli esordi riuscì a conquistare il panorama artistico internazionale. Fu tra i primi a concepire e sperimentare l’happening, assieme all’amico musicista John Cage. Nel 1964 partecipò alla mitica Biennale di Venezia dove esplose internazionalmente il fenomeno della Pop Art.

L’esposizione romana, che occupa la galleria del piano terra dell’Accademia, presenta l’intero ciclo pittorico inedito Black Paintings, concepito nel 2015 nel suo studio parigino. In mostra sette tele di grande formato caratterizzate da un uso plastico della materia pittorica e da sature cromie che articolano frammenti narrativi fortemente espressivi cui fanno riferimento i differenti titoli delle opere, quali The Joseph PoemThe History of Screams - Bernini, Damaged by a CrackMad Dog SwimmingA Sign of its Pale Color - Tenderness, Eunice is Gone, Happy. Anew. A parrot at Sunrise, The Blood Moon.

Il salone centrale accoglie invece l’opera “totale” The Flowering Sheets (Poet Singing) presentata al Getty Museum di Los Angeles nel 2008. Si tratta di una installazione composta da cinque grandi sculture lignee che circondano un gigantesco autoritratto bianco di gesso, poliestere e legno; le pareti saranno interamente segnate e scritte da The Flowering Sheets (Poet Singing), poema scritto dallo stesso artista.

Accompagna la mostra un catalogo bilingue (italiano/inglese) con testi di Vincent Katz, Lorand Hegyi, Claudio Zambianchi, Paola Bonani, e con un saggio del 1965 di Alberto Boatto. 

Di seguito le immagini della mostra. Foto di Andrea Veneri

Vademecum

MOSTRA: JIM DINE. HOUSE OF WORDS.The Muse and Seven Black Paintings
Apertura al pubblico: 27 ottobre 2017 – 5 marzo 2018
Sede: Accademia Nazionale di San Luca, Palazzo Carpegna, piazza dell’Accademia di San Luca 77 – Roma
Orari: dal lunedì al sabato: 10.00 - 19.00 (ultimo ingresso 18.30); domenica chiuso.
Ingresso gratuito

Ultima modifica il Venerdì, 02 Febbraio 2018 15:30



250x300.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio