160x142_canaletto_2.jpg

Lunedì, 09 Aprile 2018 15:08

GAM di Milano. Una Tempesta dal Paradiso: Arte Contemporanea del Medio Oriente e Nord Africa

Scritto da 

L’ottava e ultima tappa della Guggenheim UBS MAP Global Art Initiative presenta 13 artisti che esplorano i temi della migrazione, della dislocazione, dell'architettura, della geometria e della storia con diversi mezzi espressivi tra i quali lavori su carta, installazioni, fotografia, scultura e video

Joana Hadjithomas and Khalil Joreige_Immagini Latenti, Diario di un Fotografo, 177 Giorni di Performance, 2015 Joana Hadjithomas and Khalil Joreige_Immagini Latenti, Diario di un Fotografo, 177 Giorni di Performance, 2015

MILANO - Una Tempesta dal Paradiso: Arte Contemporanea del Medio Oriente e Nord Africa (But a Storm Is Blowing from Paradise: Contemporary Art of the Middle East and North Africa) è l’ultimo appuntamento della Guggenheim UBS MAP Global Art Initiative (MAP), una collaborazione storica tra Guggenheim e UBS che ha dato vita all'iniziativa più articolata e ampia che il museo abbia mai intrapreso nel campo della ricerca internazionale, della costituzione della collezione e della rappresentazione della stessa.

L’ambiziosa mostra, aperta al pubblico dall'11 aprile al 17 giugno 2018, presso la Galleria d’Arte Moderna di Milano (GAM), è stata presentata in anteprima al Guggenheim Museum nell'aprile del 2016, riscuotendo un notevole successo.

Obiettivo dell’esposizione, a cura di Sara Raza, curatrice della Guggenheim UBS MAP per il Medio Oriente e il Nord Africa, in collaborazione con Paola Zatti, Conservatore Responsabile della Galleria d'Arte Moderna, e Omar Cucciniello, Conservatore della Galleria d'Arte Moderna, è stimolare una riflessione “su una regione vitale del mondo d'oggi'' come dichiarato da Richard Armstrong, direttore del Solomon R. Guggenheim Museum and Foundation.

“Il Medio Oriente e il Nord Africa si trovano al centro di mutamenti radicali a livello mondiale”, ha sottolineato infatti Fabio Innocenzi, UBS Italy Country Head. 

Mentre Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura di Milano, ha affermato “La Guggenheim UBS MAP Global Art Initiative mette in evidenza i nuovi protagonisti dell'arte contemporanea attivi sia all’interno, sia all’esterno dell'Europa. Lo stesso obiettivo viene condiviso dalla città di Milano, che promuove l'interculturalismo sia nelle arti, sia nella società”

''Il taglio trasversale della mostra tocca i punti più caldi della nostra contemporaneità in connessione con la storia passata e presente; - ha evidenziato Anna Maria Montaldo, Direttrice del Polo di Arte Moderna e Contemporanea di Milano -  la varietà di iniziative collaterali sono coerenti con lo spirito di apertura e dialogo che caratterizza il messaggio culturale dei nostri musei”. 

La mostra propone sedici lavori di tredici artisti nelle sale al pianterreno della GAM. Il titolo della mostra è ispirato all'opera di Rokni Haerizadeh che, a sua volta, cita un saggio del filosofo tedesco Walter Benjamin. Ma una Tempesta Spira dal Paradiso (But a Storm Is Blowing from Paradise, 2010) di Rokni Haerizadeh consiste in una serie di opere su carta basate su immagini acquisite da mezzi di informazione di massa.

I lavori presentati dai tredici artisti esplorano i temi interconnessi della migrazione, della dislocazione, dell'architettura, della geometria e della storia grazie a un'ampia gamma di mezzi espressivi tra i quali lavori su carta, installazioni, fotografia, scultura e video.

Artisti presenti in mostra

  • Lida Abdul (n. 1973, a Kabul; vive e lavora a Los Angeles e a Kabul)
  • Abbas Akhavan (n. 1977, a Teheran; vive e lavora a Toronto)
  • Kader Attia (n. 1970, a Dugny, Francia; vive e lavora a Berlino)
  • Ergin Çavuşoğlu (n. 1968, a Targovishte, Bulgaria; vive e lavora a Londra)
  • Ali Cherri (n. 1976, a Beirut; vive e lavora a Beirut e a Parigi)
  • Joana Hadjithomas e Khalil Joreige (entrambi n. 1969, a Beirut; vivono e lavorano a Beirut e a Parigi)
  • Rokni Haerizadeh (n. 1978, a Teheran; vive e lavora a Dubai)
  • Susan Hefuna (n. 1962, a Berlino; vive e lavora a Düsseldorf)
  • Iman Issa (n. 1979, al Cairo; vive e lavora a New York)
  • Gülsün Karamustafa (n. 1946, a Ankara; vive e lavora a Istanbul)
  • Hassan Khan (n. 1975, a Londra; vive e lavora al Cairo)
  • Ahmed Mater (n. 1979, a Tabuk, Arabia Saudita; vive e lavora a Gedda, Arabia Saudita)

Durante il periodo della mostra sono previste una serie di iniziative, come workshop, tavole rotonde, seminari e programmi didattici che coinvolgeranno pubblico, studenti e famiglie.  Per ulteriori informazioni, visitate gam-milano.com.

Ultima modifica il Martedì, 22 Maggio 2018 11:24


300x300_canaletto_2.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio