IMG_4882.JPG

Martedì, 15 Maggio 2018 15:19

Le sculture di Alba Gonzales a Palermo

Scritto da 

Collocate nel parco della Fondazione Whitaker daranno vita ad un viaggio ideale e simbolico attraverso i miti mediterranei, rivissuti nel moto pendolare fra desiderio e nostalgia

La Centaura di Ares, 2010 La Centaura di Ares, 2010

PALERMO - Dal 25 maggio il parco della Fondazione Whitaker di Palermo ospita la mostra “Alba Gonzales. Miti mediterranei”, promossa e realizzata dalla Fondazione Cultura e Arte ed è organizzata da Civita Sicilia.

La scultrice, romana di nascita, raduna in sé numerose origini: siciliane, greche, spagnole e francesi. Il suo cosmopolitismo mediterraneo diventa cifra distintiva del suo lavoro artistico. L’approdo delle sue sculture a Palermo, città “meticcia” per eccellenza, non fa quindi che moltiplicare gli echi epici ed evocativi delle sue opere. 

Gabriele Simongini, curatore della mostra spiega nel testo in catalogo: “Alba Gonzales appartiene alla schiera sempre più ristretta di scultori nell’autentico senso del termine e in particolare spicca per l’aspirazione a dire tutto, interamente e senza filtri intellettualistici, attraverso la forma che è per lei, essenzialmente, forma del corpo umano inteso come tempio dell’anima, nei suoi aspetti negativi e positivi, destinati a convivere indissolubilmente. Di fronte ad una società votata alla ricerca dello stordimento ed anestetizzata dai social network, la Gonzales, manifestando un intenso impegno etico, forza volutamente i toni delle tematiche scelte (l’avidità, l’ossessione per il sesso e il potere, la vanità, il dominio del narcisismo e dell’apparire, la furia bellicista, ecc.), li rende icastici, teatrali e quasi iperbolici, portando al tempo stesso avanti la necessità di non cancellare la memoria e i mille fili che ci legano al focolare del passato, da tenere sempre acceso.”

“Chiunque si trovi di fronte ad un’opera di Alba Gonzales non può che rimanerne sedotto o sorpreso. - Evidenzia il Prof. Avv. Emmanuele F. M. Emanuele, Presidente Onorario della Fondazione Cultura e Arte, che ha fortemente voluto questa mostra - La grazia delle forme e delle linee, la plasticità dei movimenti, gli atteggiamenti sensuali ma mai volgari propri delle sue sculture – la volgarità e la corruzione dei costumi è anzi ciò che l’artista intende negativamente registrare e denunciare – sono la cifra stilistica più evidente della Gonzales, che incredibilmente riesce a sortire questi risultati forgiando la materia senza partire da un disegno o un progetto preparatorio. La sua arte è spontanea, immediata, fluisce dalle sue mani e dalla sua anima che sono un unicum, e che diventano a loro volta un tutt’uno con il mezzo, il bronzo, scelto anche perché potenzialmente eterno, come lo sono le opere di Alba Gonzales e le questioni esistenziali che esse interpretano.”. 

La mostra è accompagnata da un catalogo, pubblicato da Silvana Editoriale, che oltre alle immagini delle opere fotografate nel parco di Villa Malfitano Whitaker, conterrà i testi del Prof. Avv. Emmanuele Francesco Maria Emanuele, Prof. Paolo Matthiae, Dante Maffia e Gabriele Simongini, un’intervista all’artista di Tiziana D’Acchille, Direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Roma, un’antologia critica e una nota biografica. 

Per l’occasione verrà realizzato da Raffaele Simongini un documentario dedicato all’artista che sarà proiettato in mostra la sera dell’inaugurazione e durante tutta la durata dell’esposizione.

Vademecum

Alba Gonzales. Miti mediterranei
A cura di Gabriele Simongini
Villa Malfitano, Fondazione Giuseppe Whitaker
Via Dante, 167 – Palermo
25 maggio – 30 settembre 2018
Orari
Dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle13.00 e dalle 16.30 alle 19.00. Domenica chiuso
Ingresso gratuito
Informazioni
091.7657621

Ultima modifica il Martedì, 15 Maggio 2018 15:25



IMG_4884.JPG

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio