IMG_4882.JPG

Lunedì, 21 Maggio 2018 12:50

La Biennale di Peggy Guggenheim del '48 rivive in una mostra a Venezia

Scritto da 

A 70 anni dall’esposizione della collezione all’interno delle sale del Padiglione Greco alla XXIV Biennale di Venezia, dal 25 maggio al 25 novembre 2018, una rassegna rende omaggio a quell’evento nelle Project Rooms della Collezione Peggy Guggenheim

Peggy Guggenheim nel padiglione greco della XXIV Biennale di Venezia, dove espone la sua collezione, mentre appende Donna seduta II (1939, PGC) di Joan Miró; 1948. Fondazione Solomon R. Guggenheim. Photo Archivio Cameraphoto Epoche. Donazione, Cassa di Risparmio di Venezia, 2005 Peggy Guggenheim nel padiglione greco della XXIV Biennale di Venezia, dove espone la sua collezione, mentre appende Donna seduta II (1939, PGC) di Joan Miró; 1948. Fondazione Solomon R. Guggenheim. Photo Archivio Cameraphoto Epoche. Donazione, Cassa di Risparmio di Venezia, 2005

VENEZIA - La Collezione Peggy Guggenheim presenta 1948: la Biennale di Peggy Guggenheim, una mostra-omaggio a cura di Gražina Subelytė, Assistant Curator del museo, allestita nelle Project Rooms, dal 25 maggio al 25 novembre 2018.

La rassegna, attraverso documenti, fotografie, lettere e una maquette, fa rivivere le atmosfere di quel padiglione, ricostruendone gli spazi e l’allestimento originario del '48, seguito dal celebre architetto veneziano Carlo Scarpa. 

In mostra alcune delle opere esposte allora e che oggi sono parte della Collezione Peggy Guggenheim, insieme ad altre in seguito donate, come Composizione n. 113 (1939) di Friedrich Vordemberge-Gildewart e Composizione (1936) di Jean Hélion, oggi nella collezione del Museo d'arte di Tel Aviv, e che dagli anni '50 non sono mai più state esposte a Venezia.

Quella mostra in Biennale fu di estrema importanza, anche perché era la prima volta in assoluto che la collezione della mecenate veniva esposta in Europa.  La collezione di Peggy Guggenheim fu infatti l’occasione per l’Europa di conoscere e confrontarsi con gli artisti di oltreoceano che avrebbero dominato la scena artistica degli anni '50.

Scrisse successivamente Peggy Guggenheim: “La mia mostra ebbe una risonanza enorme e il mio padiglione divenne uno dei più popolari della Biennale. Tutto ciò mi emozionava terribilmente, ma quel che mi piacque di più fu veder comparire nei prati dei giardini pubblici il nome Guggenheim accanto a quelli della Gran Bretagna, della Francia, dell’Olanda, dell’Austria, della Svizzera, della Polonia […] Mi sembrava di essere un nuovo paese europeo”.

Vademecum

1948: la Biennale di Peggy Guggenheim
Dal 25 maggio 2018 al 25 novembre 2018
Venezia, Collezione Peggy Guggenheim
Biglietto: Intero: 15€, Ridotto (incluso senior oltre i 65 anni): 13€, Ridotto (incluso studenti fino a 26 anni): 9€, Bambini fino a 10 anni, soci: gratuito
Info: +39 041.2405.411
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.guggenheim-venice.it

Ultima modifica il Lunedì, 21 Maggio 2018 13:36



IMG_4884.JPG

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio