160x142_canaletto_2.jpg

Venerdì, 10 Agosto 2018 11:34

Pordenone. Mario Sironi, dal Futurismo al Classicismo

Scritto da 

Dal 16 settembre al 9 dicembre 2018, la Galleria Harry Bertoia di Pordenone ospita una mostra a cura di Fabio Benzi, che attraverso l’esposizione di duecento opere ricostruisce l’evoluzione stilistica dell’eclettico artista

Mario Sironi Periferia, 1921, Collezione  privata. Foto: F. Ferri _ By Siae 2018 Mario Sironi Periferia, 1921, Collezione privata. Foto: F. Ferri _ By Siae 2018

PORDENONE - Mario Sironi (1885-1961), pittore, illustratore, grafico, scultore, decoratore, scenografo, tra le figure più originali, intense e radicali del secolo scorso, è protagonista alla Galleria Harry Bertoia di Pordenone con la mostra Mario Sironi. Dal Futurismo al Classicismo 1913-1924”. 

L’esposizione è realizzata dal Comune di Pordenone e dall’ERPaC – Ente Regionale per il Patrimonio Culturale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia con l’attiva collaborazione dell’Associazione Mario Sironi.

Curata da Fabio Benzi, autore di molti importanti contributi sull’artista e che si è occupato anche della grande e significativa mostra su Sironi tenutasi alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma nel 1993, l’esposizione propone una accurata selezione di dipinti, disegni e illustrazioni. 

Il percorso espositivo della mostra affronta cronologicamente la produzione di Mario Sironi, ricostruendo in maniera molto esaustiva la sua complessa e intensa evoluzione creativa, avvenuta peraltro in un breve periodo di tempo. Si spazia dall’adesione appassionata all’avanguardia, alla crisi del periodo della Grande Guerra, fino alla ricerca di nuovi equilibri che vedranno un lento avvicinamento al ritorno all’“ordine” (con un’attenzione particolare a Picasso e Derain) passando attraverso le sperimentazioni spaziali della Metafisica di De Chirico.

Si potranno ammirare oltre a celebri dipinti come l’Architetto, (esposto alla Biennale di Venezia del 1924), il primo Paesaggio urbano (esposto nel 1920) o ancora Solitudine del 1925, (esposto alla Prima Mostra del Novecento Italiano),numerose e significative opere grafiche. 

Le opere esposte mostrano, non solo un'originale inclinazione poetica ed espressiva dell’artista, ma anche un impegno sociale, divulgativo, politico, senza il quale la stessa attività pittorica si leggerebbe solo parzialmente.

L’esposizione è accompagnata da un catalogo con saggi del curatore Fabio Benzi, di Francesco Leone ed Elena Pontiggia, edito da Silvana Editoriale. 

Vademecum

Pordenone - Galleria Harry Bertoia
Palazzo Spelladi, Corso Vittorio Emanuele II, 60
Dal 16 settembre al 9 dicembre 2018
Orario di apertura: da martedì a venerdì: dalle 15 alle 19 sabato e domenica dalle 10 alle 13 
e dalle 15 alle 19. Chiuso il 1° Novembre
Informazioni: +39 0434 392935 / 392960 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.comune.pordenone.it/galleriabertoia
Percorsi assistiti alla mostra: Associazione Amici di Parco - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Attività didattiche per le scuole: Studio associato Eupolis - prenotazioni tel. 349 6713580 
(dal lunedì al venerdì 9.30-12.30) - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultima modifica il Venerdì, 10 Agosto 2018 11:42


300x300_canaletto_2.jpg

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio