160x142-banksySarzana.gif

Giovedì, 27 Settembre 2018 15:22

A Milano in mostra le opere confiscate alla criminalità organizzata

Scritto da 

“Arte liberata, dal sequestro al museo: storia di una collezione confiscata in Lombardia” è la rassegna ospitata nelle le sale nobili di Palazzo Litta. 69 opere di autori italiani e stranieri del XX e XXI secolo confiscate in Lombardia e assegnate al Ministero per i Beni e le Attività Culturali 

ANDY WARHOL Pittsburgh, 1928 – New York, 1987 Giorgio Armani 1981 serigrafia su carta marrone 86 x 100 cm ANDY WARHOL Pittsburgh, 1928 – New York, 1987 Giorgio Armani 1981 serigrafia su carta marrone 86 x 100 cm

MILANO - Dal 28 settembre al 18 novembre 2018, le sale nobili di Palazzo Litta ospitano la collezione d’arte contemporanea confiscata alla criminalità organizzata in Lombardia. La mostra dal titolo “Arte liberata, dal sequestro al museo: storia di una collezione confiscata in Lombardia”, curata da Beatrice Bentivoglio-Ravasio, permette di seguire per tappe la storia dell’arte dalla seconda metà del Novecento ai giorni nostri, con una particolare predilezione per le poetiche astratte e informali e per le neo-avanguardie degli anni Sessanta: da  una rara scultura di Jean Arp e due di Arnaldo Pomodoro, a una serie di opere su tela di Victor Vasarely, da un precoce empaquetage di Christo, a un’importante grafica di Andy Warhol che ritrae Giorgio Armani, fino ad alcuni capolavori dei principali rappresentanti dell’Arte Povera e concettuale da Giuseppe Penone a Pier Paolo Calzolari. In esposizione anche i lavori di Castellani e Spalletti, le accumulazioni di Arman, il Senza Titolo di Gianni Colombo, e una grande tela di Emilio Vedova.

La mostra, organizzata dal Segretariato regionale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per la Lombardia in accordo con l’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, comunica gli esiti dell’attività svolta dall’ufficio a supporto dell’Agenzia Nazionale negli anni 2014-2016.

La mostra sarà visitabile a ingresso gratuito fino a domenica 18 novembre 2018 nei seguenti orari: il giovedì dalle 12.00 alle 22.00; dal venerdì alla domenica dalle 12.00 alle 19.00 (ultimo ingresso sempre 30 minuti prima della chiusura); aperture straordinarie per gruppi e scuole sono previste la mattina dal lunedì al venerdì, con prenotazione obbligatoria (per info 02 80291217).

 

Ultima modifica il Giovedì, 27 Settembre 2018 15:40


300x250-banksySarzana.gif

Flash News

Attualità*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio